Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Moviola - Oggi alle 09:03

Le vittorie dimenticate della S.S. Lazio

Correva l'anno 1906, alla S.S. Lazio veniva assegnata la medaglia d'oro dono del Re. La grande Storia biancoceleste
Moviola - Ieri alle 08:44

Indossare la maglia biancoceleste e' un grande onore

"Da tutti i quartieri di Roma accorrono alla Lazio ragazzi appassionati del gioco del calcio per essere provati". Era l'8 agosto del 1940, il più grande desiderio dei giovani abitanti dell'Urbe era solo uno: indossare la prestigiosa maglia della S.S. Lazio, con alle spalle già quarant'anni di attività sportiva ad alti livelli. Per l'occasione verrà organizzato un torneo interno denominato Silvio Piola. I migliori, i più bravi, i più audaci, solo loro avrebbero poi meritato di poter indossare la gloriosa maglia con l'aquila sul petto. Perchè indossare quella maglia è un onore per cui lottare. Oggi c'è invece chi preferisce disertare la convocazione! O tempora, o mores!
Il regista - 20 Agosto 2016 alle 09:07

Il marketing sportivo questo sconosciuto

La prima forma di sponsorizzazione fatta in grande stile nel mondo del calcio, risale ai tempi del Tottenham di inizio anni ‘60, una squadra che giocava un buon football e che per questo aveva catturato i cuori dei suoi tifosi ma anche del pubblico calcistico in generale. Quel Tottenham vinse il “double” nel 1961 e la FA Cup l'anno successivo. La loro squadra era composta da grandi calciatori come Danny Blanchflower, Cliff Jones, Jimmy Greaves, Dave Mackay e John White, loro giocavano un calcio in uno stile allora definito europeo un po' in contrasto con il classico gioco inglese. Era la classica squadra del momento. Il loro periodo di successo ha coinciso con una serie di altri fattori sociali che hanno contribuito a sollevarne notevolmente il profilo. Erano gli anni in cui si iniziava a trasmettere in...
Calcio d'angolo - 19 Agosto 2016 alle 09:40

La bella scenografia della Curva del Nizza

Sono impresse nelle nostre menti, purtroppo, le immagini dell’attentato terroristico del 14 Luglio, a Nizza. È già passato un mese da quel tragico evento, da quella tragica notte che sarebbe dovuta essere un momento di festa e di spensieratezza per le migliaia di persone radunate sulla Promenade des Anglais per assistere ai fuochi di artificio per le celebrazioni della Festa Nazionale della Francia e che invece si è tramutata in una nottata da incubo, con ben 85 vite prematuramente spezzate. Come detto, è già passato un mese preciso da quella triste notte e proprio il 14 agosto la città intera si è raccolta, silenziosamente, per ricordare e omaggiare quelle vittime. Il lungomare di Nizza si è dunque riempito di una marea di persone e di un vero e proprio...
Fuorigioco - 18 Agosto 2016 alle 10:21

La passione per le figurine ha origini antiche

L’Ardath Tobacco Company viene fondata nel 1896 da Sir Albert Levy un mercante tabacco londinese. Come il nome fa evidentemente intuire si occupa della produzione e della vendite di sigarette. Ma cosa c’entrano le sigarette con il calcio direte voi? E’ presto detto. La società poco prima della Prima guerra mondiale inizia a produrre delle figurine allegate al pacchetto di sigarette. I primi set sono riproduzioni di dipinti famosi di Rembrandt (1914), Rubens (1915), Raffaello (1915) e Valasquez (1915). Con il costante aumento dell’interesse popolare nei confronti del calcio, la Ardath inizia a produrre la sua prima serie di figurine di calcio nel 1934. Sono dei veri e propri dipinti con  i ritratti di stelle del calcio di allora. Sonocosì realistiche che sembrano essere delle...
Calcio che passione - 17 Agosto 2016 alle 10:28

Bukta marchio dimenticato

É.R. Buck & Sons è fondata nel 1879, produce le divise per i soldati britannici che combattono nelle guerre boere. Nel 1884 la squadra di calcio del Nottingham Forest viene fotografata con indosso una casacca prodotta da Bukta. Negli anni a seguire anche il Newcastle United indossa un completo composto da Bukta. Entrano così nel mondo dello sport e del football. Una nuova sfida è alle porte. Non più solo materiale per soldati. Nel 1885 la Bukta si trasferisce in una nuova fabbrica nella  città di Manchester,ha ancora meno di trenta operai. Nel 1923 É.R. Buck and Sons diventa una società per azioni, da questo momento, impiega tra 130 e 200 persone. Un buon salto qualitativo! Nel 1938 la fabbrica si trasferisce a Stockport. Negli anni che vanno dal 1960 e primi...
Moviola - 16 Agosto 2016 alle 09:48

Prosegue a pieno ritmo la preparazione!

Prosegue e pieno ritmo la preparazione della S.S. Lazio in vista della prossima stagione. Oggi il tecnico ha aumentato la razione degli esercizi ma i calciatori non ne hanno davvero risentito perchè già sufficientemente carburati. Si è iniziato alle 8:30 con i giri di campo, quindi scatti, flessioni e una quindicina di minuti di esercizi ginnici. Poi hanno fatto la loro comparsa gli ostacoli arrivati direttamente dall'Urbe. In appendice ... una sfida sul salto in lungo fra Malacarne e Bergamo. Alle 9:45 la prima seduta è conclusa. Nel pomeriggio la seduta è stata più movimentata infatti il pallone ha fatto la sua comparsa ufficiale e il tecnico ha fatto giocare due formazioni. Ma andiamo con ordine: alle 16:30 si inizia con i giri di campo, poi via alle partite di un quarto...
Moviola - 12 Agosto 2016 alle 07:46

Vacanze biancocelesti

A Roma d'estate fa un caldo tremendo. I calciatori biancocelesti, la Società, decide di mandarli in vacanza. Devono infatti tornare freschi e al meglio della condizione perché c'è da affrontare la finale della Coppa Europa, il più prestigioso torneo calcistico per squadre di club dell'epoca. Correva l'estate 1937! La grande Storia della S.S. Lazio.
Calcio che passione - 11 Agosto 2016 alle 10:03

It's what Ian Rush drinks

Quando Ian avvertì il freddo metallico delle manette ai polsi, capì che alle volte la notte può essere più buia di quanto uno possa pensare. E laddove non c’era il buio, c’erano le luci azzurrognole della macchina della polizia a rendere surreale l’intera scena. Dentro l’auto tutto turbinava attorno al gracchiare della radio collegata alla centrale, mentre Ian, con la testa appoggiata al vetro, vedeva nel riflesso chiaro dei suoi occhi lo scorrere dei lampioni di Flint col loro pallore smorto che stranamente, per uno strano meccanismo interiore concesso dal frangente, gli apparivano come l’unica cosa ancora tranquilla al suo posto. Una frase gli si stampò in testa a quel punto: “Cazzo, mi portano in galera!”. Ora tutto quello che gli sembrava molto...
Fuorigioco - 10 Agosto 2016 alle 08:47

Los Mundys musica di qualita' dall'Argentina

Un giorno ti arriva un messaggio di un amico inglese esperto di musica Mod (The Who, Paul Weller, The Jam per intenderci) in cui ti dice: “ascolta questa cover dei The Jam cantata in spagnolo, è una bomba”. In spagnolo? Suona strano. Però ti fidi e fai partire il video di Youtube. “Ahora soy diferente” è la cover della celebre canzone “But I’m different now” contenuta nell’album Sound Affects. Insomma ha ragione è una vera bomba, cimentarsi con dei mostri sacri come il terzetto inglese non è cosa semplice. Figuratevi poi riuscire nell’intento! Poi ascoltando gli altri brani che Youtube ti consiglia scopri un’ottima cover dei The Clash “Stay Free”, e un’altra ancora dei The Jam Chico De Ciudad (Boy About Town). Tutte...