Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Moviola - 23 Gennaio 2015 alle 13:42

La SS Lazio e l'Adidas

Una vecchia immagine della SS Lazio Primavera, nella stagione 1981-82, con sponsor Adidas. Grazie per la foto a Mauro De Angelis, centrocampista biancoceleste
Tribuna Tevere il Sodalizio - 22 Gennaio 2015 alle 13:28

Cosa e' per noi quella maglia con l'aquila stilizzata

La maglia con l’aquila stilizzata sul petto. La indossò la SS Lazio in due stagioni, erano due campionati in cui militavamo nella serie cadetta. Due annate belle e difficili, come lo erano quei campi in cui vedemmo giocare quell’ indomita casacca. Difficili perché qualche stadio in cui giocammo aveva la curva fatta di pochi grigi e tristi gradoni, ma belli perché quella era l’atmosfera del nostro calcio, del nostro tifo, del nostro mondo. Furono due campionati terminati con due successi, il primo con la promozione in Serie A ed il secondo con una salvezza ottenuta con i denti e con il cuore, nell’ostile città di Napoli. A ripensarci oggi sembra di vedere un lungo film, fatto di tante immagini che evocano ricordi indelebili. Ricordi di una SS Lazio che marciava compatta...
il regista - 22 Gennaio 2015 alle 11:27

Un bel film sui tifosi

Diretto da Olli Waldhauer e Farid Eslam, "Istanbul Unite" è un film che parla, in maniera intelligente, delle più importanti tifoserie della città turca. Si tratta in un lungo viaggio al seguito dei tifosi di tre squadre di calcio di Istanbul, cioè Galatasaray, Fenerbahçe e Besiktas. Si parte cercando di definire con precisione l'idea che c’è alla base di ogni gruppo, della loro identità, del loro fanatismo e dell'odio che è sempre esistito tra questi gruppi di tifosi radicali. Il film, nel suo scorrere, però mostra come questi tre gruppi di tifosi rivali hanno inaspettatamente unito le forze trovando una forma di cameratismo, che ha dato appunto il titolo di Istanbul Unite alla pellicola, per protestare contro il governo durante le proteste...
Foto - 21 Gennaio 2015 alle 13:46

Frammenti di storia biancoceleste

Correva l'anno 1929 e la SS Lazio Rugby, con questa favolosa casacca a righe orizzontali, demoliva la compagine napoletana di rugby. SS Lazio: una grande storia da tutelare
il regista - 20 Gennaio 2015 alle 13:28

Io sto con Klose

Quando sono in macchina, perso nel traffico romano, spesso mi collego alle radio che parlano della nostra Lazio. Già direte voi: “ ma non faresti meglio ad ascoltare una bella raccolta di canzoni in mp3 con Paul Weller, con  i Clash o magari con i vecchi The Who ? “ . Avete ragione, però, purtroppo spesso la curiosità è tanta e la domanda “ sentiamo che dicono questi ? “ sorge spontanea. Bene, dopo questa breve “giustificazione”, volevo sottolineare una cosa che sento dire ormai quasi ogni momento, in tante frequenze che si occupano di calcio giocato biancoceleste. Una frase viene ripetuta ossessivamente, “basta co’ ‘sto Klose è vecchio ? “ “ nun segna piùùù”. E via...
Polisportiva SS Lazio - 20 Gennaio 2015 alle 07:47

Tris della SS Lazio Calcio Femminile, Salento battuto

Tre gol all'andata, tre al ritorno, sei punti totali: il Salento si conferma una delle vittime preferite della Lazio, che torna da Lecce col bottino pieno totalizzando quattro punti nelle prima due partite del nuovo anno. Buon ruolino di marcia, considerate le parecchie assenze e la grande quantità di “primavera” presenti in campo e che, comunque, hanno sempre tutt'altro che sfigurato. Davanti a Radu a di fianco all'irremovibile capitan Savini, miser Marino schiera Monaco (assente Ferrazza per squalifica) e l'accoppiata Lommi-Castiello sulle fasce. Duo davanti alla difesa di contenimento e d'impostazione, con Picchi a fare da schermo e Lombardozzi ad inventare e comporre nuove trame. Dietro a Di Paolo, tridente formato da Visentin, Diodato e Tata. Formazione equilibrata ma perlopiù...
Annunci Flash - 19 Gennaio 2015 alle 09:01

Lazio - Napoli

Una partita difficile è stata quella di ieri che si è giocata contro il Napoli. E’ arrivata una sconfitta che permette ai partenopei di arrivare al terzo posto, distaccandoci in classifica. La Lazio non ha potuto contare su molti giocatori indisponibili: Marchetti, Gentiletti, Ciani, Ederson, Gonzalez, Braafheid, de Vrij,  Mauri e Felipe Anderson non sono scesi infatti in campo. Pioli ha opotato per il solito immancabile 4-3-3. Berisha a guardia della porta come in Tim Cup. Basta e Cavanda, difensori laterali a destra e a sinistra con Radu e Cana al centro. Biglia, Ledesma e Parolo erano i tre centrocampisti difensivi, con Ledesma che agiva anche nel ruolo trequarista quando se ne presentava l’ occasione. Djordjevic era l’attaccante con Candreva e Keita  che si muovevano alla sua destra e alla...
Moviola - 18 Gennaio 2015 alle 10:03

Ciao Luciano

18 gennaio 1977, sono passati tanti anni, ma sembra ieri !
Polisportiva SS Lazio - 18 Gennaio 2015 alle 09:51

Sconfitta la SS Lazio Pallanuoto dal Brescia

Come da pronostico il Brescia supera la Lazio Nuoto e prosegue il suo cammino in solitario in vetta alla classifica, espugnando l’impianto biancoceleste con il punteggio di 15 a 9, nella sfida valida per la 12^ giornata del campionato di A1. Ospiti che dopo un avvio equilibrato hanno preso il largo tra il finire di primo tempo e l’inizio del secondo, sfruttando alcune disattenzioni dei padroni di casa che hanno concesso con troppa facilità qualche tiro da fuori e diverse ripartenze. Il sette di Formiconi è poi rientrato nel match dalla ripresa rendendo meno rotondo il risultato e chiudendo con un passivo sicuramente meno pesante, soprattutto rispetto ai confronti degli ultimi anni proprio con i lombardi. Ancora in evidenza Antonio Vittorioso che con poker migliora il suo score personale e...
Moviola - 17 Gennaio 2015 alle 09:53

Frammenti di Lazio - Napoli

Può una partita di calcio essere ricordata, raccontando solo gli ultimi cinque minuti di gioco ? Sembra difficile, ma quando si parla delle storiche “battaglie” ( sportive si intende ) tra la SS Lazio ed il Napoli, tutto è possibile. E’ il 9 marzo del 1975 e la SS Lazio che affronta allo stadio Olimpico il Napoli di Juliano, Massa  e Clerici è quella campione d’Italia che può vantarsi di schierare dei campioni e degli uomini veri che rispondono al nome di Chinaglia, D’Amico, Re Cecconi e Pulici, solo per citarne qualcuno. Ma torniamo all’85’ quando il Napoli si trova in vantaggio per 0-1, grazie ad una rete messa a segno da Braglia. I biancocelesti attaccano a testa bassa, non si può perdere con chi ci ha fatto perdere uno scudetto. Assolutamente...