Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Moviola - Ieri alle 08:32

Frammenti di Ambrosiana - Lazio

L'Ambrosiana era campione d'Italia, correva l'anno 1938. Una SS Lazio impavida la blocca sul risultato di 1-1. Si gioca a Milano. Le casacche biancocelesti sono bellissime sul verde del terreno meneghino. Nell'immagine Blason blocca, con sicurezza, un tiro di Frossi Un'altro piccolo frammento della nostra grande storia, della storia della nostra vecchia, cara SS Lazio 1900.
il regista - Ieri alle 08:29

Le sassate di Carla Vanessa

In una calda sera di settembre, la SS Lazio Calcio a5 femminile vince la Supercoppa Italiana sconfiggendo la Ternana Futsal. Finita la partita, mentre eravamo intenti a ripiegare bandiere e striscioni uno di noi, quasi a mezza voce, temendo di dire un eresia, perché il paragone sembrava davvero eccessivo disse: “ ma Carla Vanessa non vi ricorda nel modo di giocare, di affrontate la partita Giorgio Chinaglia ?” Tutti noi ci siamo guardati, siamo restati in silenzio poi, dopo un interminabile minuto lungo come una calda domenica d’estate, un po’ alla volta ognuno, prendendo coraggio ha detto: “ effettivamente è sembrato anche a me”. Carla Vanessa Ferreira da Silva era appena arriva a vestire la casacca biancoceleste, arrivava dal Portogallo insieme alla sua nuova...
Moviola - 19 Dicembre 2014 alle 08:30

Sven

Sven è senza ombra di dubbio uno dei maggiori esponenti del calcio svedese, un allenatore vincente che ha vinto sia in Svezia, in Portogallo.. ed anche in Iitalia con la SS Lazio. Fu uno dei maggiori fautori del periodo d’oro della squadra capitolina assemblata da Sergio Cragnotti. Arriva a roma nel ’97 portandosi dietro il grande Bobby Gol, i primi successi di Sir Sven sono i quattro derby vinti in una sola stagione dalla sua SS Lazio, celebrati in modo magistrale dal popolo laziale, infatti nel derby della stagione successiva inscenarono una coreografia da standing ovation: bandierone copri curva con mr. Enrich vestito da croupier che mostra un poker d’assi e lo striscione: "fate il vostro gioco noi poker servito". Oltre allo spettacolo coreografico il popolo laziale, poco dopo,...
Calcio che passione - 18 Dicembre 2014 alle 08:34

Nessuno aveva mai vinto un trofeo in casa del Boca Juniors

Francisco Oscar Lamolina detto “Pancho” aprì l’ombrello gentilmente prestatogli da un inserviente del grande stadio bonaerense e per un attimo parve che la pioggia stesse cadendo tutta per lui. Lamolina era l’arbitro assegnato per dirigere l’incontro di ritorno fra il Boca Juniors e il Newell’s Old Boys valido per l’assegnazione del titolo argentino della stagione 1990/91, a conclusione di un annata calcistica che aveva visto dapprima il club di Rosario imporsi nel torneo “apertura” e poi osservato il trionfo degli Xeneizes in quello di “clausura”. La prima partita disputata al “Coloso de Parque” se l’erano aggiudicata i padroni di casa per 1-0 grazie a un gol di Eduardo Berizzo. Il signor Lamolina aveva i baffi come un rigido sergente...
fuorigioco - 18 Dicembre 2014 alle 08:17

Consigli per una bella gita natalizia con mostra

L'appuntamento fino al 18 gennaio, a Bologna, presso ONO arte contemporanea. Per tutti gli appassionati british, delle band indipendenti e underground, una mostra dedicata alla ventennale carriera degli Oasis e alla loro città di provenienza, Manchester. Un evento e mostra che vogliono rendere omaggio alla band che insieme ai Blur portò il Britpop in cima alle classifiche mondiali, contrapponendolo all’altro fenomeno musicale che dilagava negli anni ’90, ovvero il grunge statunitense, tipici esponenti i Nirvana. L'origine del britpop va ricercata fra gli artisti che cercarono di riattualizzare le melodie degli anni sessanta e degli anni settanta aggiungendovi tematiche prese dalla new wave o dalla dance music, ma soprattutto sfruttando le nuove tecniche produttive, sino a generare un suono del tutto...
Polisportiva SS Lazio - 17 Dicembre 2014 alle 08:44

La SS Lazio Calcio Femminile torna a vincere

Altro poker, altra vittoria. Le biancocelesti riprendono la marcia laddove l’avevano interrotta, da quel 4-0 casalingo rifilato al Trani. Poi lo stop a Chieti, con novanta minuti non da Lazio, ed ora tre punti perentoriamente conquistati ai danni del Centro Ester, squadra penultima in classifica. Piccole variazioni nell’undici titolare optate da mister Marino, che butta nella mischia il neo-acquisto Roberta Diodato (scelta che si rivelerà azzeccatissima) e sceglie Iannetti per la fascia destra, oltre a Cianci che torna davanti assieme a Santoro e Seranaj confermate. In mezzo al campo, assente Lombardozzi per squalifica, spazio per Monaco al fianco di Picchi. Il match prende subito la piega desiderata dalle padrone di casa ed è incanalato sulla via giusta proprio grazie a Diodato, all’esordio da titolare...
Moviola - 16 Dicembre 2014 alle 13:05

Storia del campo della Rondinella

Il campo della Rondinella, che prese il suo nome da un’antica strada che era chiamata così per un'insegna a forma di rondine di un'osteria ad essa adiacente, fu inaugurato il 1° novembre del 1914 ,dopo che i lavori presieduti da Ballerini furono terminati. Fu organizzata una partita, con l’Audace, storica rivale cittadina. La contesa fu equilibrata e i biancocelesti si imposero solo per 3-2. Era la prima giornata del campionato nazionale girone laziale. I primi marcatori biancocelesti su questo terreno di gioco furono Marcello Consiglio, che quel giorno mise a segno una doppietta e Amedeo Coraggio. Lo storico campo della SS Lazio fu utilizzato dalla società biancoceleste per le gare interne fino al 1931 e come campo di allenamento fino al 1957. Su questo rettangolo verde furono giocate...
Calcio che passione - 15 Dicembre 2014 alle 18:42

Tre Laziali in finale mondiale

Ci siamo ! questa sera si giocherà la finale del campionato del mondo femminile di calcio a 5. L’atto finale di questo torneo che si gioca in Costa Rica, metterà di fronte Portogallo e Brasile. In questo mondiale, le due compagini si sono già affrontate, dato che erano nello stesso girone eliminatorio. In quell’ occasione, le campionesse del mondo del Brasile piegarono per 3-2 il tenace Portogallo, a San Josè, in un match carico di emozioni. Arrivate in semifinale, le verdeoro hanno demolito nettamente per 8-1 il Costa Rica raggiungendo la loro quinta  finale in altrettanti tornei. Determinante ancora un volta la biancoceleste Lucileia che ha messo a segno una doppietta. In finale le brasiliane hanno sempre vinto nelle passate quattro edizioni, ma … il Portogallo è...
Polisportiva SS Lazio - 15 Dicembre 2014 alle 07:47

SS Lazio Calcio a5 campione d'inverno

La Lazio batte 2-1 l'Acqua&Sapone al PalaGems e si laurea campione d'inverno del campionato 2014/2015 di Serie A. Contro gli abruzzesi decisive le reti di Saul e Corsini. Si va così alla pausa natalizia con il primato in classifica. Al PalaGems la Lazio ospita l'Acqua&Sapone per l'ultima giornata del girone d'andata. I biancocelesti si rendono pericolosi al secondo minuto di gioco, con una punizione di Manfroi smanacciata da Mammarella in calcio d'angolo. Gli uomini di Bellarte rispondono con un break centrale di Cavinato, sventato da Molitierno. La partita è molto equilibrata, ma la Lazio all'ottavo sfiora il vantaggio con Paulinho: il pivot ex Martina si gira sull'uscita di Molitierno e lascia partire uno scavetto che bacia l'incrocio dei pali, l'azione poi finisce con...
fuorigioco - 14 Dicembre 2014 alle 10:05

Per la serie Film Natalizi vintage

Per la serie Film Natalizi vintage. Un grande e spassoso film, uno dei film cult dei fratelli Coen torna nei cinema italiani per tre giorni, il 15, 16 e 17 dicembre 2014 in perfetto clima pre-natalizio, in versione rimasterizzata per festeggiare i 60 anni del regista del film Joel Coen. Uscito nel 1998 con un cast d'eccezione, gli indimenticati protagonisti Jeff Bridges, John Goodman, Julianne Moore, Steve Buscemi, Philip Seymour Hoffman, Tara Reid, John Turturro, Ben Gazzara, Sam Elliott, Philip Moon, David Thewlis, Peter Stormare, David Huddleston, Jon Polito e tanti altri, Il Grande Lebowski racconta le disavvenuture Jeffrey Lebowski, interpretato da un geniale Jeff Bridges, un nullatenente, una sorta di hippie con una pigrizia quasi patologica che passa le sue giornate giocando a bowling, fumando erba e bevendo grandi...