Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Moviola - Ieri alle 13:43

Un austriaco alla Lazio

Franz "Benjamin" Sedlacek nasce il 15 dicembre del 1893 in Austria. Quando inizia a giocare a calcio si capisce subito che è un buon difensore, infatti non passa molto tempo fino a quando non trovi una formazione disposta a dargli un maglia da titolare. Inizia la sua carriera nel 1902 con la squadra giovanile del DFC Prag, nelle loro fila partecipa alla finale della deutschen Fußballmeisterschaft (nella pesante sconfitta per 2-7 contro il VfB Leipzig). E’ la prima volta per un viennese a partecipare ad una finale del campionato tedesco. Torna in patria e dal 1913 al 1921 milita nel Wiener AF con cui diventa, nella stagione 1913-14, campione d’Austria. Tra il 1913 e il 1918, colleziona anche undici presenze con la maglia della Nazionale dell'Austria, fa il suo esordio proprio contro gli...
Moviola - 30 Maggio 2016 alle 09:53

30 maggio 1984 la notte delle "gambe tremolanti"

Il Liverpool nel 1981 aveva raggiunto nell’albo d’oro della manifestazione l’Ajax ed il Bayern Monaco vincendo per tre volte la Coppa dei Campioni, ma la quarta, ancora non lo sapevamo, la più bella e la più combattuta sarebbe arrivata presto. Bisognava solo aspettare una favolosa notte di maggio del 1984. Lo Stadio Olimpico aveva visto noi tifosi del Liverpool vincere la nostra prima Coppa dei Campioni nel 1977 e il 30 maggio 1984,  i ragazzi del Merseyside erano tornati in quello stesso stadio per affrontare la squadra giallorossa di casa, nella la finale di Coppa dei Campioni targata 1984. Mark Lawrenson e Alan Hansen costituivano il perno della difesa con Phil Neal e Alan Kennedy sulle corsie laterali della difesa. Il centrocampo era composta da Ronnie Whelan, Sammy Lee, Craig Johnson e...
Polisportiva S.S. Lazio - 28 Maggio 2016 alle 08:56

La S.S. Lazio Pallanuoto vince e resta in A1

La Lazio è salva e ottiene l'obiettivo al termine di una delle più belle partite della stagione. I biancocelesti hanno vinto una gara al cardiopalma contro l'Ortigia 9-8 e anche l'anno prossimo disputeranno il campionato di serie A1. Si chiude il sipario dopo un campionato lunghissimo e probabilmente al di sotto delle aspettative. Una risposta magnifica da parte di un gruppo che si è dimostrato compatto e deciso fino in fondo. Tutti hanno dato il massimo in vasca: Radic ha chiuso la porta in più occasioni, Di Rocco, Giorgi e Leporale sono stati i cannonieri della gara con due gol a testa. Bene anche Maddaluno e capitan Colosimo, entrambi in rete quando l'Ortigia stava cercando di rimontare. Il loro strappo dal 5-4 al 7-4 ha dato una spinta decisiva ai biancocelesti, mentre Lapenna ha...
Moviola - 27 Maggio 2016 alle 07:57

1939 la S.S. Lazio vince in Germania

Correva l'anno 1939. I biancocelesti, in amichevole, superano una delle migliori formazioni germaniche del tempo per 2-0 con reti di Busani e Pisa. Grandi elogi vennero attributi dalla stampa sportiva e non ai ragazzi con l'aquila sul petto. "Il pubblico che era numerosissimo ha applaudito lungamente i giocatori italiani i quali dopo un bel primo tempo, hanno dato spettacolo di bel gioco nella ripresa". La grande Storia della S.S. Lazio
Tribuna Tevere il Sodalizio - 26 Maggio 2016 alle 17:35

Ricordi ... tre anni fa

26 maggio 2013, la mente ritorna a quel fatidico giorno! Partenza verso Roma con il solito 22 posti, le consuete fermate a Bari e Trani, ma stavolta non c'è nulla da ridere, nessuna battuta, anche la birra rimane chiusa... La tensione è alle stelle! Arriviamo a Roma, raggiungiamo il solito punto di incontro del Sodalizio, preparandoci ad entrare in Tribuna Tevere! Non era una partita come le altre, era la partita che decretava i CAMPIONI DI ROMA! Lo stadio si riempie, ma non c'è il tutto esaurito: non tutti hanno la forza di reggere 90 minuti così intensi! Noi come al solito siamo in Tevere, lato curva Nord. Sono le 18:00, la coreografia della Nord è fantastica, gli altri neanche li guardiamo. Inizia la gara: un primo tempo senza sussulti, con l'ansia che ammazzava noi e...
Polisportiva S.S. Lazio - 26 Maggio 2016 alle 08:59

Grazie Valerio e ... arrivederci

E’ di ieri la notizia che Valerio Piersigilli lascerà la presidenza della S.S. Lazio c5 femminile. Una notizia arrivata come un fulmine a ciel sereno, una notizia che nessuno avrebbe voluto sentire, perché Valerio in questi ultimi anni è riuscito a portare i nostri colori ai vertici del calcio a 5 nazionale. Sono arrivate grandi vittorie e grandi calciatrici, grazie a lui abbiamo potuto mettere in bacheca tutto quello che era possibile: scudetto, coppa e supercoppa. Quando ripenso agli anni di Valerio alla presidenza della S.S. Lazio mi vengono in mente due presidenti della nostra storia: Cragnotti e Chinaglia. Valerio come Cragnotti è riuscito a riportare in alto una squadra che non vinceva da tanto tempo, facendo arrivare nell’Urbe le calciatrici migliori del mondo: Gimena Blanco e...
Tribuna Tevere il Sodalizio - 24 Maggio 2016 alle 10:56

Ieri notte: anni ottanta nel 2016

Polisportiva S.S. Lazio - 23 Maggio 2016 alle 07:44

La juniores femminile della Lazio e' campione d'Italia

Si chiude in gloria la kermesse di Montecatini. La Lazio domina la finale con un netto 7-0 e vince lo Scudetto 2015/2016! Primo tempo. Tutto facile per la Lazio in questo primo tempo. Le biancocelesti dilagano sin dalle prime battute, mettendo in ghiaccio lo Scudetto già all'intervallo. A sbloccare l'incontro è il bomber Alessia Grieco con un potente mancino che termina la sua corsa all'incrocio dei pali. Al quinto Amici si beve la difesa avversaria, il pallone termina sui piedi di Frangini che fa 2-0 di rapina. C'è gloria anche per Barca che, con una percussione centrale si infila fra le maglie nere del Falconara realizzando il tris biancoceleste. Frangini e Grieco calano le personali doppiette prima del tennistico 6-0 di Costanza Amici. Secondo tempo. Nella ripresa la...
Calcio che passione - 22 Maggio 2016 alle 09:46

Wir sind, Sankt Gallen

l continente vide l’alba della creazione osservando curioso le sponde delicate del lago di Costanza. La campanella d’ottone del Collegio Wiget di Rorschach suonò l’ora di educazione fisica e la genesi si sprigionò chiara nello sciamare degli studenti sul grande prato circondato da tigli e platani, nel loro improvviso e inconsueto disporsi come pedine di un’empirica scacchiera sul terreno, finché i rimbalzi profondi, cardiaci, irregolari di una palla di cuoio, riportarono un’ancestrale, fanciullesca, prevedibile dispersione degli schieramenti. Ma le parole e i gesti del nuovo gioco, le grida d’entusiasmo, echeggiarono nell’aria tersa di primavera disperdendosi fra i pizzi della vecchia Abbazia e nelle fenditure dei muri dell’ancora più antico eremo eretto da un...
Tribuna Tevere il Sodalizio - 21 Maggio 2016 alle 09:27

Di padre in figlio

DI PADRE IN FIGLIO ... come al solito qualche polemica (immancabile tra i tifosi laziali) comunque noi ci andiamo per rivederci, tutti insieme al solito posto, sul vecchio muretto tribuna Tevere lato distinti nord. Un incontro tra vecchi amici, che hanno dato tanto al tifo laziale e non hanno più bisogno di dimostrare nulla. Appuntamento il solito .... poi tutti insieme sui vecchi spalti! GRAZIE. "I colori dei nostri padri i colori dei nostri figli".