Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Moviola - Oggi alle 12:27

Bobo 32 Vieri

Nato nella bellissima e attivissima Bologna ben presto si trasferisce in Australia per poi ritornare in Italia a giocare a calcio, cosa che gli riesce benissimo. Figlio d’arte infatti è figlio di Roberto Vieri da cui nasce il suo soprannome Bobo. Vieri  a differenza del padre che giocava come ala è un bomber di razza non una bandiera di quelle che hanno legato cuore e anima ad una sola squadra, ma un bomber giramondo come veniva anche chiamato.  A fine carriera si conteranno  ben 14 casacche onorate a suon di goal. Infatti bobo rientra nei 30 giocatori che più hanno gonfiato la rete nel campionato italiano le reti complessive sono 272 e come media goal se la batte con i grandi che hanno militato in Italia. Tanti sono i goal come tanti sono i miliardi spesi per averlo addirittura la SS...
Tribuna Tevere il Sodalizio - Ieri alle 14:24

Cristian capitano leale

Cristian Daniel Ledesma arriva alla Lazio nella stagione 2006-07, fortemente voluto del tecnico Delio Rossi che l’aveva allenato nel Lecce e che ora vuole dargli le chiavi del centrocampo biancoceleste. Maglia numero 24, non ci mette molto a diventare un titolare inamovibile nello scacchiere voluto da Delio Rossi. Una sera di dicembre mette a segno la sua prima rete con la casacca biancoceleste, non è una partita qualsiasi, ma la stracittadina, le due squadre sono sullo 0-0 è il 44°: Oddo, dalla corsia di destra, passa indietro all’accorrente Ledesma che senza pensarci due volte, con un tiro di sinistro terrificante, dalla lunga distanza, batte all’incrocio dei pali, l’esterrefatto Doni, proprio davanti la curva sud. Come fosse uno di noi, un semplice tifoso, nei giorni a seguire,...
Annunci Flash - Ieri alle 08:33

Lazio - Roma

Ieri pomeriggio si è giocato il 162° derby della Capitale. Entrambe le squadre erano alla ricerca di una vittoria … soprattutto per i lauti incassi provenienti dalla Champions League. I nostri avversari sapevano che una vittoria gli avrebbe garantito il secondo posto, evitando il noioso turno di qualificazione in Champions League. La Lazio doveva almeno evitare la sconfitta. Rispetto alla partita contro la Juventus ci sono stati tre cambiamenti negli undici di partenza: Federico Marchetti è tornato tra i pali, mentre Lucas Biglia e Stefano Mauri hanno nuovamente presidiato il centrocampo. Il modulo scelto da Piolo era un 4-2-3-1. Basta era il nostro difensore destro, mentre Lulic è stato quello di sinistra essendo Radu indisponibile. De Vrij con Gentiletti sono stati i due difensori centrali,...
non solo calcio - 25 Maggio 2015 alle 09:57

24 maggio 1915

L'Italia entrava nella prima guerra mondiale. Fu un conflitto lungo e sanguinoso a cui parteciparono anche tanti giovani che fino a qualche giorno prima avevano indossato la casacca di un club calcistico italiano, tedesco o inglese. Di nuovo avversari, ma questa volta non più calciando un pallone, ma con una baionetta ben stretta tra le mani. A ricordo di tutti costoro che combatterono ecco una foto di Sante Ancherani con la divisa dell'Esercito Italiano.
Polisportiva SS Lazio - 25 Maggio 2015 alle 09:28

Le ragazze del C5 femminile vincono la semifinale scudetto di andata

Davanti al pubblico delle grandi occasioni, la Lazio batte per 3 – 1 il Montesilvano nella semifinale di andata valevole per la corsa scudetto. Per la prima volta in questa stagione, quindi, le biancocelesti hanno portato a casa una vittoria fondamentale per continuare a sognare il tricolore proprio contro quel Montesilvano che in questa stagione aveva battuto la Lazio per due volte su tre. Lazio concentrata per quaranta minuti che ha dimostrato sul campo di essere ben lontana dall’essere “finita”, come molti pensano e dicono. Biancocelesti aggressive da subito, capaci di reagire allo svantaggio e mantenere, poi, nel finale le due reti in più grazie a una prova magistrale di tutte le ragazze, a partire da Ana Catarina fondamentale tra i pali. E ancora la carica di capitan Presto, il coraggio di...
Polisportiva SS Lazio - 25 Maggio 2015 alle 09:21

Nonostante la sconfitta i Marines restano primi in classifica

I Dolphins Ancona vincono 45-32 un match disputato in maniera perfetta e superano con nettezza e merito i sinora imbattuti Lazio Marines. Il team Laziale giocando una partita difensiva insufficente perde la sua imbattibilità mantenendosi tuttavia capolista nella Conference South in virtù dei 24 punti di scarto accumulati nei confronti della squadra dorica nella gara d’andata. E’stata quella disputata oggi una partita pervasa da un grande equilibrio nei contenuti tecnici espressi in campo e funestata da una esagerata tensione vissuta sugli spalti. Lo spettacolo visto sul manto verde per lunghi tratti appagante risultava disturbato da un audio “molesto” per la quantità di improperi e insulti rivolti agli arbitri da un pubblico non all’ altezza degli interpreti in campo. La...
Tribuna Tevere il Sodalizio - 20 Maggio 2015 alle 08:04

Questa sera appuntamento con la storia

Questa sera ci attende una partita importantissima, una partita che può portare un altro importante trofeo nella bacheca della SS Lazio e della sua Polisportiva. Un altro trofeo che andrebbe ad aggiungersi ai tanti vinti dai nostri colori in tantissime discipline sportive fin dagli albori del novecento. Una storia lunga e bella come un raccolto di Tolkien. Ecco perché questa partita conta tantissimo, più di ipotetiche qualificazioni a tornei dai nomi cangianti, che però evocano tanti soldi. Noi però siamo inguaribili romantici. Ecco perché in previsione di questa sera vogliamo celebrare l’evento con una foto trovata negli archivi dell’Associazione Sodalizio Biancoceleste che ritrae un giovane Bigiarelli nel lontano 1902. Avevamo solo due anni di vita ! Era in...
Polisportiva SS Lazio - 19 Maggio 2015 alle 07:34

La SS Lazio C5 femminile vola in semifinale scudetto

Le ragazze di Segundo spaventano le campionesse d'Italia con Pinto Dias, poi la riscossa tutta verdeoro: Gayardo (due volte) e Lucilèia scrivono i titoli di coda. E in semifinale sarà ancora sfida col Montesilvano La Lazio accede alla semifinale scudetto battendo nella gara di ritorno il Futsal CPFM per 3-1 e forte della vittoria in trasferta di domenica scorsa per 7-4. Parte forte la squadra ospite subito in gol con Pinto Dias, come nella gara di sette giorni fa. Ma alla Lazio bastano tre minuti nella ripresa per ribaltare il risultato sul 3-1 a proprio favore grazie alla doppietta di Cely Gayardo e alla rete di Luciléia, in gol sulla ribattuta del tiro libero parato da Mascia. E così un altro passo è stato fatto. Ora la squadra biancoceleste incontrerà il Montesilvano per...
Polisportiva SS Lazio - 18 Maggio 2015 alle 07:16

I Marines Lazio vincono ancora e restano soli in vetta

il risultato si commenta da solo. Nonostante un caldo africano che ha arso i contendenti per tutto il pomeriggio, i ragazzi di coach Bedwell sono scesi in campo con la mente lucida ed hanno sezionato i malcapitati estensi. La partita comincia con la Nazione Marines sugli spalti a boccheggiare ed a chiedersi come faranno i nostri a giocare il football dinamico e spumeggiante che tanto ci appassiona con un clima del genere. Scusateci ragazzi per aver dubitato di voi, chiediamo umilmente perdono! Il primo drive è emblematico della giornata, con lunghi guadagni negati da penalità, terzi e lungo, situazioni che sembrano impossibili da chiudere, eppure questi Marines fanno sembrare tutto facile, tutto possibile. Belle le ricezioni di Pozzebon e notevole la corsa in meta di Latini, che sta dimostrando di essere un...
Calcio che passione - 18 Maggio 2015 alle 07:12

Il lungo addio

Maggio. Un tiepido sole, pallido, incerto, risplende sopra Liverpool. Curioso, come la primavera possa a volte essere tanto ipocrita. Il manto erboso, tirato a lucido, il palcoscenico dell’anfiteatro dove andrà in onda l’ultimo atto dell’opera più epica che sia mai stata scritta all’ombra della maestosa, fiammeggiante Fenice. La Storia, il Mito, la Leggenda. Pagine che venivano scritte non in un passato remoto, fatto di magliette senza i nomi, immagini sbiadite in bianco e nero, palloni marroni con le cuciture ben evidenti. Non in una remota, romantica epoca in cui non esistevano conferenze stampa, procuratori, diritti televisivi, Champions League, quarti posti. Ma una epica, magnifica nella sua gloria e a tratti straziante nella sua ingiustizia, favola che trova ambientazione nei nostri tempi: la...