Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Il regista - Oggi alle 12:21

Canti vichinghi in Francia

La Nazionale d’Islanda non ha giocato una partita su un  normale campo di calcio in erba fino al 1957. Prima di allora, giocavano su un terreno “misto lava e ghiaia tritata”. Per molti anni sono stati considerati una pessima nazionale. Le prime gare "internazionali" le hanno giocate nel 1939, quando gli Islington Corinthians, una squadra amatoriale ormai defunta del nord di Londra, ha sconfitto l'Islanda in due gare per 1-0 e 3-2 a Reykjavik. Ai calciatori ospiti fu dato un libro per la loro partecipazione: “Natura e nazione nelle fotografie”. Beh direte voi, altri tempi! Nel 1946, l'Islanda ha giocato cinque partite amichevoli a Londra, tutte contro squadre dilettanti. Sono riusciti finalmente a vincere contro una di loro, l’Ilford. Il punto più basso per...
Fuorigioco - Ieri alle 13:16

Bud Spencer e quegli anni spensierati

  Sul finire degli anni sessanta, sugli schermi cinematografici italiani la facevano da padroni i film western, erano gli anni in cui in Italia si viveva ancora bene, lavoravano solo i nostri padri eppure non ci mancava mai niente, andavamo alle elementari, scendevamo il pomeriggio in cortile per giocare con i soldatini e leggevamo Tex. Erano gli anni in cui le battaglie che vedevamo sul grande schermo tra i cowboy e gli indiani ci appassionavano e ci facevano parteggiare per gli uni o per gli altri anche nelle nostre guerre fatte di soldatini e di cerbottane. Ascoltavamo i racconti di nostro padre di ritorno dallo stadio, ma solo qualche anno dopo avremmo fatta nostra la sua passione. Allora il nostro mondo erano i soldatini, i film western e un pezzo di pizza rossa o bianca comprata dal panettiere quando tornavamo da...
Calcio che passione - 27 Giugno 2016 alle 19:03

La delusione argentina

Secondo voi è possibile giocare con quattro difensori centrali schierati insieme? Un primo tempo molto deludente, ma cosa è davvero importante: i nomi dei calciatori in campo o il nome di un qualsiasi allenatore? Piuttosto che la felicità di un intero paese? Quando hai intenzione di giocare per vincere? Penso che il “Cholo” Simeone sarebbe l’allenatore adatto per guidare questa nostra squadra dandogli una spiccata personalità per poi pensare, in un secondo tempo, anche al bel gioco. Ieri la nostra difesa è stata impeccabile, meritano solo degli applausi Romero, Otamendi e Mascherano. Ma Messi come ha giocato? Quando la mette sotto l’incrocio dei pali, come qualche giorno fa, è il migliore del mondo poi oggi sbaglia il rigore ed é il peggiore ... il calcio...
Tribuna Tevere il Sodalizio - 26 Giugno 2016 alle 11:42

77 Pierluigi Pagni

Immagini in bianco e nero, immagini di vittorie, immagini di una vecchia S.S. Lazio che oggi non c'è più. Era la S.S. Lazio di cui ci parlavano i nostri padri, quando ci portavano allo stadio la domenica mattina, narrandoci vecchie partite, calciatori coraggiosi e derby vinti con coraggio. Questa foto scattata il 10 Ottobre del 1965 ci riporta a quei giorni gloriosi. La "nostra" Lazio, quella dei nostri padri e dei nostri figli, di generazioni accumnunate dalla stessa passione, aveva appena sconfitto l'altra squadra della nostra città, quella "mista" nata da tante squadre,  per 1-0. L'allenatore biancoceleste Mannocci ringrazia i suoi ragazzi, Gianpiero Vitali (al centro) D’Amato (a sinistra) e Pagni. Proprio quest'ultimo, Pierluigi Pagni,...
Foto - 25 Giugno 2016 alle 19:29

Era il 25 giugno del 1971

Era l'inizio di un sogno. Davanti al nuovo allenatore Tommaso Maestrelli e al presidente Umberto Lenzini i ragazzi biancocelesti espugnavano Basilea, sconfiggendo i rossoblu locali per 3-1. All'ingresso in campo uno striscione si levava dal settore ospiti riservato ai tifosi Laziali: "Forza Lazio siamo tutti con te". La distanza non aveva fermato i tifosi biancocelesti. Prima passava in vantaggio la Lazio grazie a Manservisi ... " Chinaglia raccoglie un cross, resiste alla carica di Ramseier e passa a Manservisi che con un rasoterra batte Lanferburger". Al 41' però gli svizzeri pareggiavano grazie ad un colpo di testa di Ramseier. Tutto da rifare. Nella ripresa però ci pensava Giorgio Chinaglia con le sue due reti a regalare il trofeo alla Lazio, dopo che si era prodigato...
Il regista - 24 Giugno 2016 alle 10:06

Parole in biancoceleste: Marcella Violi MV13

- In questi ultimi giorni sei tornata in campo per indossare la maglia della nostra Nazionale, quali sono le sensazioni che hai provato nell’indossare una casacca così importante? La Nazionale ti fa provare sempre sensazioni straordinarie, prima di rientrare a casa ci voleva questo bagno di emozioni. E' stata un'altra esperienza bellissima coronata da due vittorie contro la Slovacchia. - Solo un anno fa invece esordivi con la maglia azzurra della Nazionale qui a Roma davanti ai tuoi cari e a tanti tifosi Laziali che erano venuti a sostenerti. Cosa è cambiato da allora? Esordire con la maglia della Nazionale in presenza di persone a me care (tifosi laziali, la mia famiglia, amici) che mi hanno sempre sostenuta è stata un emozione allo stato puro. Non è mancato nulla, direi un giorno...
Moviola - 23 Giugno 2016 alle 13:00

Un nuovo allenatore alla S.S. Lazio

La Storia biancoceleste sta per cambiare. Tommaso Maestrelli viene presentato come nuovo allenatore della S.S. Lazio. A Tor di Quinto conosce i calciatori biancocelesti e Lovati eterna bandiera Laziale. Era il mese di giugno del 1971. Era la "nostra" S.S. LAZIO!
Calcio d'angolo - 22 Giugno 2016 alle 17:07

Come e' cambiato il tifoso inglese

Un interessante articolo è stato pubblicato su un sito inglese che tratta di cultura ed arte scritto da un tifoso della vecchia guardia del West Ham Utd. Il suo scritto offre spunti di riflessione sull’evoluzione del mondo del tifo inglese. E’ prassi consolidata infatti che sia in Gran Bretagna che, più recentemente, anche in Germania, il mondo del tifo venga analizzato come un fenomeno sociale e culturale. A differenza di quanto accade nel nostro paese dove è sempre facile attribuire ad arte etichette negative ai tifosi, senza cercare di capire la portata del fenomeno aggregativo che è sempre stato dietro alle curve italiane. L’articolo in questione si chiama: “Quei ribelli avevano un motivo”. E’ un lucido parallelo tra la prima generazione di tifosi inglesi...
Moviola - 21 Giugno 2016 alle 14:02

21 giugno 1987

Polisportiva S.S. Lazio - 20 Giugno 2016 alle 14:34

La S.S. Lazio Beach Soccer sconfigge il Livorno

Torna l’estate e torna il beach soccer. Al “Matteo Valenti Beach Stadium” di Viareggio, la Lazio ha nettamente sconfitto per 4-2 gli amaranto del Livorno nella gara inaugurale della Serie A, sotto un cielo stranamente nuovoloso. I biancocelesti si sono imposti grazie alle reti messe a segno da Della Casa, Bernardo, Spacca e Bryan per i toscani non è servita ad evitare la sconfitta la doppietta del viareggino Pacini. I laziali sono passati in vantaggio con Andrea Della Casa che ha sbloccato il risultato dopo soli dieci minuti del primo tempo su tiro libero. Bernardo ha raddoppiato quando la seconda frazione era iniziata da un minuto, poi Spacca ha messo a segno la terza rete biancoceleste con un tiro da lontano che si è infilato all’angolino. A quel punto  si sono visti gli amaranto, che...