Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Moviola - 31 Gennaio 2013 alle 08:12

Il primo match del Liverpool completamente in rosso

Nel novembre del 1964, all’allenatore Bill Shankly venne  l'idea di dare alla squadra un aspetto più temibile verso i suoi avversari. Quel giorno il Liverpool stava per indossare una muta completamente rossa  per la prima volta, nella sua lunga storia.

Stava nascendo, un simbolo che diventerà un’ icona, della storia del calcio mondiale. Fino ad allora, il club aveva indossato sempre dei pantaloncini bianchi.

Il leggendario attaccante del Liverpool Ian St John ricorda il momento in cui Shankly consegnò ad un'altra leggenda del club, Ron Yeats soprannominato dai suoi compagni” il basso”, il nuovo kit. "Mettiti quei pantaloncini e vediamo come ti stanno" disse Shankly. "Cavolo, Ronnie, ti stanno benissimo, sei  terrificante. Sembri alto sette metri “.

I Reds stavano per affrontare la formazione belga dell’ Anderlecht e i fedeli tifosi di Anfield erano tutti in trepidazione, per l’ingresso sul terreno di gioco dei loro beniamini.

St John ha segnato il primo gol con una divisa completamente rossa, dopo soli dieci minuti per la gioia della Kop. Poi, Roger Hunt ha realizzato una seconda rete, prima della fine del primo tempo. Per completare una serata fantastica, Yeats ha segnato la nostra terza rete al 50' proprio di fronte alla Kop, anche per lui la prima con il nuovo kit.

L’ idea di Shankly che introducendo un completo rosso avrebbe dato un vantaggio intimidendo tutti gli avversari che il Liverpool  avrebbe incontrato si sarebbe visto, tante volte negli anni a venire.

Ian Pendleton