Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Il regista - 30 Giugno 2013 alle 10:41

Modello inglese: tornano i posti in piedi

Potrebbe essere il Bristol City FC il primo club in Inghilterra ad introdurre nel proprio stadio le Safe Standing Areas (posti in piedi sicuri) con l'inserimento dei 'rail seats'(seggiolini richiudibili) secondo quanto appare nel progetto di ammodernamento dell'Ashton Gate presentato al pubblico il 25 e 26 Giugno.

Il club ha lanciato una consultazione pubblica sui piani presentati con la finalità di ottenere commenti e feedback sul progetto di riassetto del vecchio stadio per trasformarlo in un impianto multifunzionale destinato sia alla squadra di calcio sia a quella di rugby della città.
Attualmente la capacità dello stadio è di circa 21.500 posti, dopo i lavori, che prevedono interventi nei settori est e sud con l'inserimento nella parte bassa delle tribune di zone dotate di rail seats(seggiolini richiudibili), dovrebbe raggiungere la capienza di 26.000 posti all seat(tutti seduti) e 29.000 con le aree in piedi aperte.
 
Il club dall'Ottobre 2012 ha aderito alla campagna Safe Standing della Football Supporters Federation per la reintroduzione degli spalti in piedi nei campionati professionistici del Regno Unito a cui hanno aderito ormai oltre 70 club di tutte le categorie.
 
Se il progetto sarà approvato, e saranno rispettati i tempi indicati dei lavori,le nuove aree potrebbero essere completate per l'Agosto 2015, il principale problema resta la regolamentazione in materia, attualmente nella League One, divisione in cui milita il club, sono consentite le aree in piedi solo se già presenti negli attuali impianti, ma non se di nuova costruzione. Le aree in piedi non sono autorizzate e sono state bandite dagli stadi del Regno Unito dal 1989 con il Football Spectators Act che disciplina le regole degli impianti sportivi inglesi dedicati al calcio e che ha vietato i posti in piedi a seguito della tragedia di Hillsborough.
 
Sarà quindi fondamentale per il progresso del progetto il buon esito della campagna della FSF che si fa sempre più pressante sulle leghe inglesi, la Football League ha recentemente approvato una mozione per valutare la reintroduzione di progetti pilota, e che ha avuto a più riprese il sostengono di diverse figure politiche.
 
Dodicesimo Uomo