Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Cronache anglosassoni - 20 Marzo 2014 alle 07:23

Gli Spartani di Edimburgo

Nel panorama culturale del calcio d'oltremanica molte persone hanno a conoscenza, riguardo il football scozzese, che nella capitale, Edimburgo, vi sono solo gli Hearts e gli Hibernian Edinburgh e che, a Glasgow, vi sono i più famosi club scozzesi: Celtic e Rangers.

Tornando, però, alla capitale si scopre che vi è una terza squadra (poco nota a dir il vero) ma che nella capitale, per lo meno, ha un numerosissimo seguito. Come stemma hanno un guerriero spartano e, non a caso, il team si chiama Spartans.

Fu fondato nel 1951 da due calciatori dell'Edimburgh University, Elliot Wardlaw e Jimmy Beaumont, la quale decisero di dar vita ad un “progetto universitario”. Infatti la squadra era composta, in gran parte, da studenti universitari che, più tardi, avrebbero aperto anche ad altri calciatori che non erano studenti.

Gli Spartans hanno continuato a giocare nella East of Scotland, il livello al di sotto della

Third Division della Scottish Football League. Il primo titolo fu vinto nella stagione 1971/72. Nel 1976 divenne membro della SFA, quando si trasferirono al City Park, che si trova a Nord di Edimburgo.

Nella stagione 1978/79 arrivò una grande svolta in Scottish Cup. Batterono 3-2 l'East Stirlinghsire ed approdarono al terzo turno.

In coppa numerose soddisfazioni si sono tolti gli spartani, Hanno messo, spesso, in difficoltà anche squadre della Scottish Football League ottenendo dei Replay “storici” come contro Stenhousemuir, Cowdenbeath, East Fife, Arbroath e Clyde.

Nella loro storia, dopo aver eliminato Alloa ed Arbroath, al 3°Turno, venne sorteggiato in casa con il Livingston, davanti a 3,200 spettatori, gli Spartans hanno resistito un tempo, prima di cedere per 4-0 al Livi.

Nella stagione 2005/06 eliminarono al primo turno il Berwick, in testa alla Third Division, per poi vincere una partita al cardiopalmo per 3-2 il Queens Park al secondo turno per poi, però, fermarsi al replay contro il St.Mirren all'epoca in testa alla First Division.

Negli anni 70, il progetto Spartans, raccolse a se molti fan ed aspiranti calciatori anche giovanissimi tanto che crearono una squadra Junior che milita, tutt'oggi, nell' East Region South, una squadra amatoriale, che disputa la Lothian & Edimburgh Amateur League. Due squadre giovanili, Under 19 e Under 8.

Nella stagione 2008, gli amministratori degli Spartans, pensarono che avrebbero raggiunto un' accordo con la SFL per l'iscrizione alla categoria ufficiale professionistica in quanto, il Gretna, dopo il loro fallimento, lasciarono un posto vagante. Purtroppo, però, fu l'Annan Athletic a prendere il posto in SFL.

Nel Novembre 2008, lo Spartans si è spostato nella sua nuova casa, Ainslie Park a 500 Km dal vecchio City Park. Uno stadio all'occhiello, con 500 posti a sedere e riflettori. Nella stagione 2009/10, lo Spartans fa il poker, vincendo East of Scotland Premier Division, SFA South Challenge Cup, King Cup e League Cup. Il campionato mancava dal 2005. Nella stagione 2010/11, conquistano ancora il campionato, mentre nella stagione successiva, perdono il titolo per una differenza reti con lo Stirling University.

Lo Spartans è l'esempio che, quando una cosa la si vuole davvero, si raggiungono determinati obiettivi e soddisfazioni che portano al compimento di un'iniziativa o progetto che sia. Nella loro storia gli spartani hanno raggiunto un buon numero di trofei, sicuramente, però, il trofeo o vittoria più importante sarà quella, un giorno, di essere accettati dalla Scottish Football League, ed iniziare a fare sul serio.

 

Damiano Francesconi