Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Polisportiva S.S. Lazio - 27 Gennaio 2015 alle 12:57

Due anni fa l'ultima sconfitta

Era gennaio e faceva freddo. Anzi, freddissimo. Roma si preparava a una nevicata spettacolare che sarebbe arrivata da lì a pochi giorni. Era il 13 gennaio 2013 per l’esattezza. Lazio – Montesilvano 1-2. L’ultima sconfitta sul campo delle biancocelesti (non considerando lo 0-6 a tavolino contro il Napoli) risale a poco più di due anni fa, strabiliante a dir poco, se si considera che mai nessuna squadra in Italia maschile o femminile che sia, ha raggiunto un record così particolare.

Quella era un’altra Lazio siamo d’accordo ma sulla sua strada c’era già il Montesilvano. Come ci sarà il 22 febbraio prossimo e chissà, in coppa Italia. La squadra di D’Orto per ora continua a vincere, con le big e le juniores, grazie a un gruppo che nelle difficoltà ha saputo unirsi, sempre. A oggi il ruolino di marcia biancoceleste è da brividi: 157 reti segnate , l’attacco più prolifico di tutta la serie A anche se, rispetto allo scorso anno siamo sotto media ma ci può anche stare (312 reti fatte nella regular season). In quanto a reti subìte, invece, la Lazio è a quota 21 dietro a Real Statte e Montesilvano che rispettivamente a oggi hanno preso solo 14 e 16 gol.

Un campionato equilibratissimo tra le big dei tre gironi che si scontreranno tra poco più di un mese in coppa Italia. L’attesa sale giorno dopo giorno e capite da voi il motivo. Quattro teste di serie Lazio, Real Statte, Kick Off e Isolotto e quattro “mine vaganti” come Salinis, Ita Salandra, Acquedotto e soprattutto Montesilvano che più che essere una mina è una bomba pronta a far fuori chiunque. Lo scorso anno toccò alle biancocelesti “pescare” la squadra abruzzese ai quarti di finale. Finì 1-1 e ai rigori la decise Nanà. Poi la Lazio vinse la coppa Italia ma questa storia la ricordiamo tutti e anche bene. Ora, però, guardiamo avanti.

La Lazio ha cambiato molto a partire dal mister ma la voglia di vincere e stupire, quella, non è cambiata affatto. E così si entra nel vivo di una stagione che fino a oggi non ha avuto ancora colpi di scena. La Lazio non potrà mai fare meglio della scorsa stagione in cui le vinse tutte perché un pareggio in questa stagione già c’è stato e guarda un po’? Proprio in casa del Montesilvano. Ma può continuare a regalare emozioni e momenti indimenticabili, a regalare vittorie per continuare ad aumentare una striscia impressionante di risultati utili consecutivi. A regalare un sogno a tinte biancocelesti.

SS Lazio C5 Femminile