Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Calcio d'angolo - 24 Aprile 2015 alle 09:14

Quando il latte bollira' ...

Era un Aprile di quasi 40 anni fa e da bambino mentre sali con tuo padre le scale della curva per la prima volta...non sai ancora che ciò che stai vivendo rimarrà per sempre uno dei momenti più belli della tua vita. Magari c'è un po' di narcisismo nel raccontare tutto ciò...ma meglio narcisi che addomesticati! Forse avevo più Cuore e meno Cervello ed i sogni superavano la realtà. Ancora oggi provo a sognare e gli occhi si bagnano ogni volta che canto: "...daje aquilotti nun se po' sbajà..." e nella mente poi continuo una tutta mia..."su c'è mi' padre che ce sta a guardà!"
Era una partita dai primi colori sbiaditi in TV...il biglietto costava 2.200 lire, c'era solo 90° minuto e quei 45 minuti di sintesi nel preserale! Il Subbuteo era più vero della Playstation ed Happy Days ed Ufo Robot erano meno finti dei reality!

Entrando capii subito che quella curva sarebbe stata la mia casa...la mia dimora affettiva. Il cielo sopra di me era più biancoceleste di adesso, forse perché la tettoia era solo un sogno anglosassone. Capii subito cosa voleva dire "gruppo"...sognando in giorno di avanzare su quel "muretto"! Così da quel pomeriggio come d'incanto, da tifoso della Lazio diventai tifoso del tifo! Gli anni della scuola furono i più belli proprio perché i più brutti..è facile essere spavaldi quando si vince!

Tornassi indietro lo abbraccerei ancor più forte mio padre, perché mi portò li e perché mi aveva fatto Laziale! Del resto lui bambino a Trastevere non aveva bisogno di tifare Roma per sentirsi romano...e mio nonno scelta non aveva verso chi non esisteva! Il resto è storia...ed oggi sono ancora qui, fiero di essere uno di noi, combattenti contro un sistema che non ci vuole, perché veri.

Ma noi più il latte bollirà e più saremo qua!

Alessandro Nicoloso