Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Fuorigioco - 27 Luglio 2016 alle 21:06

Un gruppo ... da gradinata inglese

La città di Manchester ha una lunga tradizione nella nascita di gruppi e cantanti musicali di spessore al punto che qualcuno pensa possa essere la capitale musicale del Regno Unito. Ma anche il suo paladino più spavaldo riguardo all’attuale scena musicale di questa città avrebbe dovuto ammettere che questa vecchia città è stato un po' troppo tranquilla ultimamente. Ma forse questo sta nuovamente per cambiare. Anzi è cambiato!

Dalla città di Manchester infatti arrivano i Prose, un gruppo che in brevissimo tempo ha avuto un grande successo in Gran Bretagna. Sia da parte dei media, sia dalla gente delle strade di Stretford, sia attraverso i giovani tifosi di calcio. I loro brani parlano di strade lastricate di mattoni gialli, di sudore, lotta, melodia e pugni. Dicono che hanno un grande cuore, ma che forse è meglio non incontrarli quando sono arrabbiati.

I Prose non sono classificabili in un genere musicale, perché sono un nuovo genere loro stessi, qualcosa di feroce e completamente nuovo. Prendono il meglio da ciò che si è sentito prima in città; la grandezza emotiva degli Oasis; la poesia di John Cooper Clarke; l'ambizione psichedelica degli The Stone Roses e lo spirito dei New Order dei primi anni '80 che hanno inventato la musica da ballo come oggi la conosciamo. Ma trovate anche influenze di Tupac, Hendrix, Red Hot Chili Peppers, Alanis Morrissette, Nirvana e Queen.

Insomma che altro dire? Il loro disco che sta girando nelle gradinate (e non solo) inglesi è davvero consigliato.

Ben Sherman