Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Il regista - 03 Febbraio 2017 alle 11:21

L'aquila simbolo della Lazio e dell'Urbe

L’aquila nella mitologia greca e latina è simbolo di potenza, vittoria e prosperità molto cara a Zeus padre di tutti gli dei. L’aquila ai tempi dell’Impero Romano era utilizzata dal suo esercito ed era il simbolo delle sue legioni considerate massimo modello antico di efficienza militare. L’aquila, man mano, acquisì per le legioni romane sempre più importanza tanto da rappresentare simbolo di potenza e forza rispecchiandosi in essa. L’aquila sul campo era portata dall’aquilifero ed era conservata in una cappella e veniva protetta anche a costo della vita. Il motivo di tanta devozione era dovuto al fatto che era protettrice delle legioni sul campo di battaglia e secondo la credenza di allora favoriva le vittorie degli antichi romani in battaglia. La perdita dell’aquila poteva fare sciogliere anche la legione stessa e la morte o la conquista da parte di un altro esercito faceva perdere l’identità alla legione. Alcuni aneddoti raccontano che in alcune battaglie l’aquila veniva fatta volare verso l’esercito nemico consapevoli che i legionari avrebbero combattuto fino alla morte per poterla poi riprendere.

Passano gli anni e con Carlo Magno il rapace divenne anche il simbolo del Sacro Romano Impero e venne vista come un simbolo di potenza superiore infatti rispetto a un altro simbolo come quello del leone, l’aquila ha potere sia in terra che in aria dove quest’ultimo non ha poteri.

Per quanto riguarda il calcio capitolino fin da subito l’aquila fu adottata dalla S.S. Lazio come simbolo romano di cui i biancocelesti sono i primi rappresentanti,  scelto perché per la squadra capitolina i suoi fondatori vi identificarono un simbolo di potenza vittoria e prosperità. L’aquila nel corso degli anni ha variato il suo aspetto e colore dal blu stilizzata all’aquila di colore d’oro è stata spesso accompagnata da scudetti. E’, senza ombra di dubbio, uno dei più bei simboli mai fatti nel mondo calcistico, ha avuto dei cambiamenti ma mai degli stravolgimenti essendo la sua tifoseria sempre molto legata alla tradizione e non alle logiche del calcio moderno. Infatti come le sue casacche l’aquila laziale nei suoi cambiamenti è sempre sta apprezzata dai suoi tifosi.

Tifosi che, nel corso degli anni, l’hanno resa protagonista delle scenografie perché quel logo non è solo il simbolo di una squadra ma è soprattutto simbolo di potenza e di dominio cittadino.

Gianluca Dileo