Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Passione foto - 24 Marzo 2017 alle 21:54

Una domenica di dicembre

Era l'8 dicembre del 1985.

La S.S. Lazio scendeva in campo allo Stadio Renato Curi di Perugia, si giocava la quattordicesima giornata del campionato nazionale di Serie B.

In campo, tra gli altri a difendere i nostri colori: Podavini e Spinozzi come terzini, Caso a centrocampo, Poli sulla corsia di destra dell'attacco e le due punte Garlini (Oliviero bomber vero, come comparve su uno striscione dell'epoca) e Fiorini.

Fu una gara combattuta, come sempre da quelle parti, la S.S. Lazio si difese, provò anche a pungere, giocò con il cuore, insomma fece una partita al massimo delle sue possibilità.

Alla fine fu solo un pareggio, ma visto quello che stava capitando in casa biancoceleste poteva andare anche bene. Erano giorni difficili quelli. I giocatori non ricevevano lo stipendio da tempo e il 2 dicembre Chinaglia aveva ceduto la società al professor Franco Chimenti.

Troverà poi i fratelli Calleri che pagheranno gli stipendi arretrati, liquidando anche i creditori più esposti.

Questi erano i tifosi Laziali quel giorno di dicembre al Renato Curi.