Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Il regista - 16 Novembre 2017 alle 08:40

Le maglie, quelle belle

Le maglie, quelle belle. Negli ultimi mesi la ditta Nike, che cura l'abbigliamento tecnico per l'Inghilterra, aveva ventilato l'ipotesi di ripescare, riformulandolo, il modello della mitica Admiral dei mondiali 1982 ma poi l'idea è declinata nella realizzazione di una semplice, similare, pre-match shirt. Peccato, perchè personalmente credo che quella divisa sia stata una delle più affascinanti presentate nel corso del tempo dalla nazionale inglese. Era l'Inghilterra allenata da Ron Greenwood, un discreto mestierante ricordatissimo soprattutto nella zona di Upton Park, in cui figuravano la flemma di Peter Shilton, la grinta di Terry Butcher, il brio di Paul Mariner, l'estro di "Robbo Robson", l'eleganza di Trevor Francis e la scorza del baffuto capitano Micky Mills. Un Inghilterra che vinse tutte le partite del girone eliminatorio uscendo dal mondiale senza mai perdere a causa dei due tiratissimi 0-0 contro Germania Ovest e Spagna al secondo turno. Poteva andare meglio, anzi molto meglio, per i Tre Leoni di Re Riccardo sdraiati sulle rose rosse dei Lancaster. "Sliding Doors" dicono loro, il destino che attraverso le sue trame e le sue coincidenze non fu indulgente con i vecchi "maestri". Tuttavia la maglia, almeno quella, resterà meravigliosa.

Simone Galeotti