Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Calcio d'angolo - 02 Gennaio 2018 alle 13:13

Errori che non si dimenticano

Nel 1976 nasceva il governo della non sfiducia con cui si dava inizio al triennio della solidarietà nazionale. Era un periodo in cui in Italia accadeva di tutto. Ad esempio, a me era capitato d'iniziare la prima elementare. Topolino dedicò le copertine alle sedici squadre di serie A. Ne sbagliò clamorosamente una. Quella dedicata alla Lazio che arrivò in edicola pochi giorni dopo una vittoria nel derby sancita da un gol bellissimo di Giordano. La Mondadori scelse un quanto meno inopportuno Lupetto come personaggio di riferimento dei bianco-celesti. Non contenta, gli mise in testa un orribile cappello giallo-rosso ponendolo all'improbabile guida di un Aquila. Per completare l'opera sovversiva, indicò il 1910 anziché il 1900 come anno di nascita della società. Topolino in realtà era assolutamente innocente e i tifosi laziali dichiararono guerra alla Mondadori. Uno scudetto, cinque Coppe Italia, tre Supercoppe italiane, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa europea dopo, ne comprai una copia, trovata per caso in un negozietto per collezionisti mentre aspettavo la nascita di mio figlio. Per non dimenticare, invecchiando, quanto è bello avere tutto il mondo contro.

Valerio Cutonilli