Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Tribuna Tevere il Sodalizio - 12 Gennaio 2018 alle 22:06

Ciao Gino

Oggi se ne è andato un pezzo di Lazio, un pezzo di tifo biancoceleste. Gino Camiglieri è stato per tanti ragazzi, che negli anni settanta e ottanta iniziavano a frequentare la Curva e di conseguenza la sede di Via Simone di Saint Bon almeno ogni giovedì, una figura famigliare quasi un padre che si occupava di tutti i suoi ragazzi.

Ogni volta che si scendeva quell’interminabile fila di gradini lo trovavi a parlare della Lazio, di quel giocatore, di quello striscione, di quel difensore avversario che si era comportato male. Dava consigli e quando sentiva qualche discorso un po’ stonato, ma eravamo ragazzini e erano gli anni settanta, ti guardava scuotendo la testa. Ma era sempre pronto a darti una mano. Allo stadio, in casa ed in trasferta.

Lo trovavi sempre. C’era nella mia prima trasferta sul finire degli anni settanta, c’era al derby maledetto, c’era in tante occasioni fino ai nostri giorni, quando lo vedevi entrare lentamente nel suo stadio e di botto tornavi indietro negli anni, alla tua adolescenza a quella sede poco distante da dove la Lazio fu fondata, a quelle bandiere, a quel tavolo da biliardo a quei giorni felici.

Ciao Gino!