Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

<< Indietro - Home - Il regista - 14 Maggio 2018 alle 16:14

Claudia Bassotti capocannoniere dal cuore biancoceleste

Dal lontano 2006 quando ha vestito per la prima volta la maglia biancoceleste, il binomio si e' mantenuto inscindibile. Quella casacca cosi' importante, che aveva, ed ha, un valore inestimabile, quello che le sanno dare solo i tifosi. Quei colori, quell'aquila pronta a volare, rimanda alle partite viste allo stadio, a nomi di calciatori piu' o meno famosi, ma che hanno dato tutto con coraggio ed abnegazione, a domeniche passate su quei gradoni con la speranza che, finalmente, quella maledetta sfera superi quel portiere che sembra volerle parare tutte. "Ma tutti a Roma vengono a fa' i miracoli?". Commenta un tifoso dietro di te.
 
Poi nel 2006 arriva quella chiamata che ti fa palpitare il cuore, inizi a giocare con la Scuola Calcio della Lazio. La "tua" Lazio! Ci sai fare, si capisce subito, piedi buoni, scatto e determinazione. Arrivi alla Primavera. Una nuova sfida che non ti spaventa, giochi in quasi tutti i ruoli del campo, ma e' la Lazio, la "tua" Lazio e va bene, va bene cosi'. Quando sei in campo dai sempre il massimo, ti adatti ad ogni ruolo anche se la corsia di sinistra sembra sia davvero fatta per te. Terzino, esterno di centrocampo, punta, poco importa, basta difendere quella maglia. E' il tuo sogno, sono i tuoi colori!
 
Poi si aprono le porte della prima squadra e ti viene affidata la casacca numero undici, un sogno ma anche una grande responsabilita'. Perché quest'anno, dopo i tanti innesti nel mercato estivo, l'obiettivo e' solo uno: la vittoria. Ma questo certo non puo' spaventarti, perche' quella e' la "tua" Lazio, e arrivano le reti tante, come se piovesse. Implacabile sotto porta, veloce e opportunista. Il tuo nome compare sul tabellino dei marcatori quasi ogni domenica, la tua "zampata" vincente diventa una costante. La Lazio vola sul campo e vince il campionato e la Coppa Italia, come preventivato. Tu hai fatto la tua parte, eccome se l'hai fatta! segni tante reti e conquisti anche il titolo di capocannoniere del campionato. Un giusto premio ad una vita in biancoceleste.
 
Ha il numero undici sulle spalle, ha il cuore biancoceleste, si chiama Claudia Bassotti! 
 
Giorgio Acerbis