Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Calcio che passione - Oggi alle 09:13

L'Hannover 96 ed i suoi scarpini miracolosi

Il 23 maggio del 1954, l’Hannover 96 ha vinto il suo secondo campionato tedesco, battendo, in finale, il Kaiserslautern con un perentorio 5-1. In Germania c’è però ancora chi pensa che il merito di questa vittoria sia anche degli scarpini che indossarono, il giorno della finale, i calciatori dei Die Roten. Sei squadre, le cinque vincenti della Oberliga regionale e la migliore seconda classificata  si qualificarono per la fase finale del campionato tedesco. Vennero suddivise in due gruppi. I due vincitori si giocarono la finale, che venne disputata al Volksparkstadion di Amburgo. Prima della partita, otto degli undici calciatori dell’Hannover 96 ricevettero dei nuovi scarpini prodotti dalla Puma considerati i più leggeri ed adattabili per quei tempi. I loro tacchetti erano...
Moviola - 16 Agosto 2017 alle 18:06

Agosto 1939

Era un caldo 21 agosto del 1939 e la S.S. Lazio si preparava per giocarsi, al meglio delle sue possibilità, il campionato che stava per iniziare. Nella foto, Blason uno dei grandi numeri uno che hanno indossato la nostra maglia nel corso della storia centenaria della S.S. Lazio 1900.
Calcio d'angolo - 11 Agosto 2017 alle 09:24

Quando i tifosi superano i divieti. Accade in Germania!

Un episodio costruttivo si è svolto durante la partita di campionato tedesco giocata tra l'Eintracht Braunschweig e l’1. FC Heidenheim.  Il blocco 9, il settore dove si posizionano i tifosi Ultras del Braunschweig, era stato chiuso a causa di una squalifica inflitta dalla DFB, la federazione calcistica tedesca. Nonostante questo sessanta tifosi della squadra di casa sono riusciti ad andare allo stadio e a tifare per la loro squadra. Con striscioni e bandiere. Le cose sono andate così: La sanzione inflitta dalla sentenza del tribunale sportivo della DFB vietava l’acquisto dei biglietti del settore dove i tifosi di casa erano soliti vedere le loro partite, così sessanta biglietti per il settore riservato ai tifosi ospiti sono stati acquistati dagli Ultras del 1. FC Heidenheim e dati ai...
Calcio che passione - 10 Agosto 2017 alle 12:25

La rinascita del Leyton Orient

La vittoria di ieri contro il Solihull Moors a Brisbane Road potrebbe essere di buon auspicio per il ritorno a migliori livelli del povero Leyton Orient caduto in disgrazia e retrocesso fra i semiprofessionisti della National League al termine della scorsa stagione. L’uomo della svolta si chiama Nigel Travis e il Leyton Orient è vivo grazie a lui e all’azione dei suoi tifosi. Il club dell’east end londinese era finito in stato di liquidazione lo scorso marzo a seguito del dissesto finanziario creato della gestione del magnate italiano Francesco Becchetti che tuttavia entro il 12 giugno è riuscito a pagare i creditori mantenendo aperta la finestra di cessione della società. L’inventario dei drammi ereditati era ingente. C'erano appena nove giocatori, il più anziano dei quali...
Calcio d'angolo - 09 Agosto 2017 alle 11:57

L'ignobile striscione dei tifosi del St Pauli

I tifosi del Fc St Pauli, riscuotono un certo successo in alcune curve non solo italiane, nella stampa progressista e nella cosiddetta cultura antagonista. Così sono stati definiti: “Perché chi tifa St.Pauli è abituato alla lotta, alla sofferenza. Della lotta e della sofferenza ha fatto una ragione di vita. Il Jolly Roger rappresenta la lotta, mai terminata, dei ricchi contro i poveri, dei ribelli contro i capitalisti. Dei buoni contro i cattivi”. Insomma le solite cose sentite e risentite. Cose che sapete tutti e su cui è stucchevole ed inutile tornarci sopra. Noi non vorremmo neppure parlarne, però quello che hanno fatto nell’ultima partita di 2. Bundesliga giocata in casa contro la Dynamo Dresden deve essere raccontato, perché è una cosa davvero...
Calcio che passione - 07 Agosto 2017 alle 23:09

Riccione 1933 quell'amichevole in spiaggia con Bruno e Vittorio Mussolini

La canicola estiva ha disseminato i giocatori italiani di calcio lungo le nostre spiagge dorate. Ogni stazione balneare ha i suoi ospiti che, nell’attesa del settembre, ritemprano i muscoli e lo spirito in piacevoli lidi nelle acque marine. L’agosto dovrebbe essere il mese vietato alle competizioni calcistiche. Ma la nostalgia della palla di cuoio morde i nostri piccoli e grandi campioni, sì che le gare amichevoli a torso nudo e a scarpette di tela sono frequenti e animose”. Questo l’incipit di un bell’articolo scritto nel lontano mese di agosto del 1933. Eravamo a Riccione, ora come allora, perla verde del mare Adriatico. Un caldo pomeriggio d’estate il terzino del Bologna Monzeglio pensò bene di organizzare una partita amichevole tra una...
Moviola - 06 Agosto 2017 alle 11:25

Estate 1938, ricordi balneari

Giuseppe Baldo, forte mediano biancoceleste, al mare. Era l'agosto del 1938. Baldo vinse la medaglia d'oro nel calcio con la nostra Nazionale alle Olimpiadi di Berlino del 1936. Nella S.S. Lazio giocò dal 1935 al 1942 collezionando 169 presenze e realizzando otto reti. La sua prima stagione con la nostra maglia fu nel campionato 1935-36. Il suo esordio in campionato avviene in quel di Bari, allo stadio della Vittoria era domenica 22 settembre del 1935. La partita si concluse per 1-1, per i biancocelesti pareggiò il solito Piola. La grande storia della S.S. Lazio 1900.
Calcio che passione - 04 Agosto 2017 alle 22:11

Nasce il Cragnotti Football Club

“Giocare e sognare”, con questo motto la famiglia Cragnotti si impegna in una nuova avventura calcistica con la creazione della Cragnotti Football Club con Massimo Cragnotti Presidente e Sergio Cragnotti Vice-Presidente. Si parte, a fine agosto, con una scuola calcio, ovvero dalle fondamenta, con l’obiettivo di far divertire i ragazzi e di costruire dei talenti in grado un giorno di diventare dei veri giocatori di calcio. La direzione del settore giovanile è stata affidata a Volfango Patarca, l’uomo che in tanti anni di lavoro è riuscito a scovare e costruire dei campioni di  primissimo piano, un nome su tutti: Alessandro Nesta! Faranno parte dello staff come allenatori e consulenti personaggi con alle spalle una lunga carriera nel calcio che conta come Paolo Negro con tanti...
Polisportiva S.S. Lazio - 04 Agosto 2017 alle 08:14

Si conclude in anticipo la stagione della S.S. Lazio Beach Soccer

Oggi iniziano a San Benedetto del Tronto le final eight di beach soccer che assegneranno lo scudetto 2017, Otto squadre: Catania, Napoli, Canalicchio e Terracina per il girone Sud e Viareggio, Sambenedettese, Pisa e Livorno si contenderanno l’ambito trofeo e tra queste, a sorpresa, non ci sarà la LAZIO Beach Soccer. Si è chiuso , quindi, in anticipo un anno “ORRIBILIS” che ha visto la squadra capitolina lasciarsi scivolare tutti i vari obiettivi stagionali: winners cup, coppa Italia e campionato. Mentre se per i primi due potevano esserci alibi che avevano mitigato la delusione, la mancata qualificazione alla fase finale del campionato ha colpito seriamente al cuore la società. La delusione è tanta e l’amaro calice della sconfitta non è stato ancora digerito...
Moviola - 03 Agosto 2017 alle 07:52

Un'estate fa

"Un'estate fa" cantava l'impareggiabile Mina qualche annetto fa. Qui si tratta di più di un anno fa. Correva infatti l'anno 1950 ed i tifosi biancocelesti correvano in massa alla Stazione Termini dell'Urbe per salutare i propri calciatori in partenza per il ritiro che si sarebbe tenuto in quel di Trento. Quell'anno la S.S. Lazio giocherà una grande stagione conquistando un buon quarto posto finale. Non c'erano le onnipresenti tv a pagamento ed era un altro calcio. Era la Lazio del Presidente Zenobi del roccioso difensore Malacarne, dell'argentino Flamini, del turco Sukru e dell'attaccante Puccinelli. Tante le belle vittorie da incorniciare in quella stagione come quella in casa del Toro per 1-0 alla quarta di campionato, le due vittorie nei derby per 1-0...