Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Polisportiva S.S. Lazio - 30 Novembre 2014 alle 08:11

La SS Lazio Rugby 1927 centra il bonus contro i Cavalieri

Convincente vittoria dell'IMA Lazio Rugby sul prato di casa del CPO "Giulio Onesti" contro i Cavalieri Prato. "Sono soddisfatto della partita,abbiamo centrato l'obiettivo che ci eravamo prefissati , giocando una buona gara con la giusta intensità" - ha dichiarato nel post-partita coach De Angelis.  CRONACA DEL MATCH: Lazio subito aggressiva fin dalle prime battute, al 2' è subito il man of the match di giornata Alessandro Iacolucci a schiacciare in meta servito da   un'ottima azione personale del fijano Vatubua. I padroni di casa continuano a spingere sull'acceleratore e grazie ad un drive da touche è il numero 5 Gonzalo Padrò  a marcare, dopo un'ottima azione del pack biancoceleste. Gerber trasforma e fissa il punteggio sul 12 a...
Moviola - 29 Novembre 2014 alle 07:58

Chievo - Lazio, la partita dei portieri

Era una fredda domenica di Febbraio del 2004, il freddo del nord est d’Italia, quello che ti entra nelle ossa. Allo Stadio Bentegodi di Verona si affrontano la SS Lazio di Mancini ed il Chievo Verona di Del Neri. Per Luca Marchegiani è una giornata speciale, è il suo compleanno compie 38 anni. Quella domenica difende i pali della formazione di Verona, ma noi lo ricordiamo con la casacca della SS Lazio. Momenti indimenticabili e grandi vittorie. Ripensandoci ho in mente due immagini, nitide, scolpite: la prima mentre tiene in mano, felice e orgoglioso, la Coppa Italia appena conquistata contro il grande Milan, davanti al suo pubblico, dopo una partita rocambolesca, vinta con il cuore. La seconda è una serata di inizio marzo, quando il portiere Laziale si getta come un gatto alla sua destra per bloccare un...
Il regista - 28 Novembre 2014 alle 19:22

Il ricordo di un grande portiere

Noi vogliamo ricordarlo così: " Malacarne respinge corto su Bronèe e Pandolifini in agguato spara con violenza. Magnifico è il tiro, stupenda è la parata di Sentimenti IV ". Era il 6 settembre del 1953 e la SS Lazio sconfiggeva la Roma per 1-0, grazie ad una rete di Breseden e alle grandi parate di Sentimenti IV. Associazione Sodalizio Biancoceleste
Fuorigioco - 28 Novembre 2014 alle 17:41

I Rino Gaetano Band: una band poderosa

Sono molti anni che la Rino Gaetano Band, gruppo coordinato da Anna, sorella del cantautore, che vede la presenza di Alessandro Gaetano, nipote di Rino si esibisce al Big Mama. Una band poderosa, dal suono pieno e venato di rock, che grazie alle voci di Alessandro G, Federico D'angeli e Marco Morandi, riesce a proporre tutto il repertorio di Rino, anche alcuni brani meno noti e forse proprio per questo più intensi e molto attesi. Nato il 29 ottobre 1950 e scomparso a soli 31 anni in seguito ad un incidente stradale, era un artista decisamente "avanti" per i suoi tempi, artista a suo modo rivoluzionario, surreale, un grande poeta. Rino Gaetano ha avuto il merito di aver inserito un linguaggio che univa ironia, denuncia, satira, in un solo apparente stile scanzonato: un analista spietato e lucido dei malcostumi...
Polisportiva S.S. Lazio - 28 Novembre 2014 alle 17:31

Iniziata la stagione per i Lazio Marines

Ieri sera, presso il Campo Tobia, sede dei Lazio Marines, è ufficialmente iniziata la nuova stagione senior che vedrà partecipare i Lazio Marines al campionato di Prima Divisione - IFL 2015. E' stato presentato alla squadra il nuovo capo allenatore Coach Bedwell, appena giunto dagli Stati Uniti. Nel suo approfondito discorso di introduzione, l'Head Coach ha spiegato la sua filosofia di gioco, la sua visione della squadra e lo spirito che animerà gli allenamenti e le gare. Grinta e ambizione, voglia di imparare ed osare, dedizione e disciplina saranno alla base dei suoi Marines. La sala gremita, oltre sessanta gli atleti presenti ed un'altra ventina assenti giustificati, ha ascoltato in religioso silenzio ed applaudito con entusiasmo durante il discorso di coach Bedwell. Il Coach ha poi...
Vecchi spalti - 27 Novembre 2014 alle 08:25

1929 Lazio - Napoli, la trasferta vietata

Correva l'anno 1929. In questo interessante documento originale della questura di Roma si parla di una possibile invasione di tifosi del Napoli e di una conseguente non buona accoglienza dei tifosi biancocelesti.Si pensa quindi di non far giocare addirittura la partita. Si temono gravi incidenti tra le due tifoserie: " è valsa ad eccitare gli sportivi romani ed a suscitare in essi uno stato di animo proclive a pronta reazione ad ogni violenza di talché si è sempre più diffuso il convincimento che la partita non si sarebbe svolta senza gravi incidenti ". Lazio-Napoli, da sempre una gara molto sentita !
Polisportiva S.S. Lazio - 26 Novembre 2014 alle 07:35

La SS Lazio Calcio a 5 in vetta alla classifica

Una grande Lazio batte la Luparense nello scontro al vertice di giornata. Al cospetto di una squadra fortissima, Duarte e compagni sfoderano una prestazione tutta cinismo e personalità. Dopo il vantaggio di Honorio, Marquinho e Manfroi ribaltano il parziale nel primo tempo. Nella ripresa, 2-2 del capitano dei Lupi, ma Paulinho e Saul chiudono la contesa sul 4-2. La Lazio va al riposo ancora una volta in testa alla classifica. LA PARTITA - L'avvio di partita è bruciante ed è tutto a firma Luparense: dopo 10'' di gioco uscita pressing della squadra di Fernandez che libera Mauricio, palla sul secondo palo e legno colpito da Honorio. Al quarto minuto, è lo stesso capitano dei Lupi a sbloccare la partita saltando secco Saul con un bellissimo gioco di gambe e sparando sotto la traversa l'1-0....
Fuorigioco - 25 Novembre 2014 alle 07:32

Naturalmente allo stadio si va armati

I derby sono partite a sé. Lo sappiamo a Roma e lo sanno a Torino. Anche certi libri sono partite a sé, che non c’entrano nulla con il campionato…pardon con i cataloghi delle case editrici. Per Rizzoli è appena uscito “Ma in seguito a rudi scontri”, l’ultimo romanzo di Giuseppe Culicchia, scrittore fuori dagli schemi e sfegatato torinista. “Il derby è il derby”, dice uno dei due protagonisti, il sottotenente della Folgore repubblichina Ermanno Zazzi, mentre per le vie di una Torino spettrale accompagna il suo amico e kamaraden delle SS Franz Rubesh a vedere il più drammatico Torino-Juventus che si ricordi, il primo aprile 1945, allo stadio Mussolini, negli ultimi giorni della RSI. “Naturalmente allo...
Polisportiva S.S. Lazio - 24 Novembre 2014 alle 07:54

La SS Lazio C5 femminile torna grande: 8-0 al CPFM

Nella nona giornata di campionato di serie A gir. B la Lazio torna a volare davanti ai suoi tifosi. Lo stop con il Montesilvano non ha infatti scalfito le biancocelesti che questo pomeriggio hanno battuto per 8-0 il Futsal CPFM quarto in classifica. La Lazio senza il suo capitano Pamela Presto indisponibile e Martina Cacciola infortunata è stata sempre padrona del campo rischiando praticamente niente durante tutta la gara. Ad aprire le danze Cely Gayardo dopo cinque minuti e ancora Siclari, Ceci (doppietta), Luciléia e De Angelis. Nella ripresa biancocelesti sempre protagoniste con Giustiniani che rilevava Ana tra i pali. Le reti messe a segno dalle due brasiliane Gayardo e Luciléia chiudevano l’incontro sul punteggio netto di 8-0 in favore delle biancocelesti. Domenica prossima la Lazio...
Moviola - 24 Novembre 2014 alle 07:50

Umberto Lenzini

Lenzini fu il presidente dello scudetto della Lazio del 73 - 74. In gioventù oltre a essere un giocatore di calcio fu un campioncino di atletica leggera il suo record nei 100 metri era di 11 secondi. Dopo un periodo in America tornò in Italia dove divenne un imprenditore nel campo dell’edilizia. Entrò nella società laziale come consigliere nel ’65 fino a diventare qualche anno più tardi presidente della Lazio. Sotto la sua presidenza oltre allo scudetto vinto dalla Lazio c’è da ricordare gli acquisti di Chinaglia e Wilson e purtroppo la morte di Re Cecconi che fu ucciso da un gioielliere romano e lo scandalo del calcio scommesse. Lenzini grazie ai suoi modi di fare fu soprannominato dai suoi tifosi papà Lenzini infatti aveva l’abitudine di incontrare i tifosi...