Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Moviola - 28 Febbraio 2017 alle 13:43

In diecimila per Chinaglia!

Sugli spalti dello Stadio Flaminio dove la Lazio ha incontrato la Romulea affermandosi per 7-1 c’erano quasi diecimila persone con striscioni e bandiere biancocelesti. E’ stato il saluto ufficiale dei tifosi al proprio beniamino”. Così scriveva un quotidiano nazionale un venerdì del lontano settembre 1975. Il giorno prima tantissimi tifosi si erano recati allo Stadio Flaminio, due i motivi principali: salutare il ritorno di Giorgio Chianaglia dagli Stati Uniti e vedere Tommaso Maestrelli che sembrava migliorare dalla malattia, seduto sulle gradinate del vecchio stadio. C’ero andato pure io, mio padre era riuscito ad avere un permesso al lavoro, subito si era precipitato a casa a prendermi e insieme eravamo partiti destinazione Flaminio, dove un tempo, a pochi passi, sorgeva...
Moviola - 27 Febbraio 2017 alle 11:00

Quel giorno in cui i tifosi e il Flaminio ribaltarono il risultato

“C’erano state vibrate proteste di tifosi Laziali per un presunto fuorigioco del giocatore e quando l’arbitro annullava il gol di Pisceri per fuorigioco quattro o cinque malintenzionati scavalcavano la rete di  protezione che cince il campo dello Stadio Flaminio cercando di raggiungere l’arbitro. Intervenivano prontamente agenti di polizia e carabinieri, dirigenti della Lazio e gli stessi giocatori delle due squadre. Si è visto ad un certo punto il portiere biancoceleste Cei rincorrere uno degli scalmanati mentre questi era già quasi arrivato nei pressi del direttore di gara. La confusione per alcuni momenti è stata grande la folla si accalcava ai bordi del campo facendo temere il peggio”. Questo un estratto di un articolo pubblicato il giorno dopo la partita. Quel...
Polisportiva S.S. Lazio - 25 Febbraio 2017 alle 18:29

Le nuove maglie presentate con una vittoria

In una mattinata dalle tinte quasi irlandesi, sotto un cielo plumbeo in cui sembrava dovesse scendere quella pioggerellina tipica di Dublino, la S.S. Lazio Calcio Gaelico ha presentato ai tifosi le sue nuove casacche. Tanta era l’attesa perché la loro prima maglia, complice anche un simbolo davvero bello, era piaciuta a tanti tifosi. Le nuove maglie, in stile con questo sport, sono prodotte dalla O'Neills, storico marchio irlandese nato ad inizio novecento che rifornisce i maggiori club del mondo. Un ulteriore passo in avanti di questa giovane e vincente sezione. Sono di un bel celeste con colletto bianco come la nostra storia e la nostra tradizione vogliono. Queste maglie possono vantare, per quanto riguarda la squadra femminile, le Ladies, già una coccarda da vestire con orgoglio: quella della Coppa...
Il regista - 24 Febbraio 2017 alle 14:15

Le fanzine ed il futuro del calcio

“When Saturday Comes” ha cambiato il volto delle rivista che trattano di calcio in Gran Bretagna. Ha ispirato molte delle persone che volevano creare delle fanzine che si occupavano del loro club e della sua tifoseria. Questi tifosi iniziarono a trattare argomenti che non erano mai stati riportati dai grandi media che si limitavano, spesso, a dipingere la stereotipata immagine negativa attribuita ai tifosi di calcio. "Agli occhi del governo, della polizia, della maggior parte dei media e del pubblico in generale, gli appassionati di calcio non erano altro che dei teppisti. Conoscevo però tantissime persone allo stadio e non ci voleva molto per capire che questo non era vero”. Ha detto in una recente intervista il creatore della fanzine dedicata agli Spurs. Negli anni ottanta nascevano...
Polisportiva S.S. Lazio - 23 Febbraio 2017 alle 13:18

Sabato la S.S. Lazio Calcio Gaelico presenta le sue nuove maglie

Torna in campo la S.S. Lazio Calcio Gaelico: Sabato 25 Febbraio in via della Tre Fontane, 5 alle ore 11:00 andrà in scena la seconda delle quattro partite amichevoli programmate con il Gruppo Allievi dell'Associazione Santi Pietro e Paolo. Prima del fischio d’inizio verranno presentate le nuove casacche della S.S. Lazio Calcio Gaelico, che sonoprodotte dalla O'Neills, storico marchio nato nel lontano 1918. Oggi è il più grande produttore di abbigliamento sportivo in Irlanda. La O'Neills ha una lunga tradizione con il rugby, il football ed  il calcio gaelico. Oggi molte squadre di altissimo livello del Calcio Gaelico vestono questo marchio, ecco qualche esempio: Kerne Football gaélique, Roslea Shamrocks, Tolosa Despòrt Gaelic, Gaelic Sports Club Luxembourg, Tír...
Fuorigioco - 22 Febbraio 2017 alle 10:52

Una band interessante vista dal vivo

Si riparte il punk tour in data 16 febbraio tocca la città di Bologna che vede protagonisti due grandi band: gli emergenti Masked Intruder e gli ormai veterani Me and the first gimme gimmes. Io e l’amico vinz ci leviamo alla buon ora e alle sei di mattina siamo già in partenza per Bologna ci attende un viaggio lungo e duro, come sempre i cd punk in macchina non mancano e il lungo viaggio è soprattutto una buona occasione per parlare e scoprire nuove band. Arrivati con qualche ora in anticipo al locale che ci ospiterà decidiamo di farci un giro in centro dove notiamo un bel via vai di gente e belle ragazze una città bella e molto movimentata. Ormai a questa data italiana mancano pochi minuti e dopo aver cenato decidiamo di entrare dopo una band locale che non ci fa una grande impressione;...
Calcio d'angolo - 21 Febbraio 2017 alle 09:21

La mia prima trasferta

La prima trasferta assomiglia molto alla prima volta... ( ma che parliamo...d'amore? ). Certo, avete letto bene, d’altronde, amare la maglia della nostra città, i nostri colori, non si può paragonare all'amare la propria donna? E allora, se anche voi lo pensate, fermatevi a ricordare...la prima trasferta che avete fatto. Perchè in alcuni di noi ha certamente avuto lo stesso sapore... La mia prima fu un Pisa-Bari, campionato 81-82, Catuzzi allenatore, diversi giovani del vivaio barese in prima squadra, gioco brillante, una zona più veloce di quella di Liedholm. A 16 anni, fresco fresco, con la prima sciarpa al collo, ma non con gli ultras, mio padre si oppose, temeva qualcosa ( ?! ), e allora partii con mio fratello maggiore, pulmann dell'azienda barese di trasporti urbani, viaggio...
Il regista - 20 Febbraio 2017 alle 13:34

Il portiere che questa sera "deve" fermare l'Arsenal

Questa sera il Sutton United FC dopo aver superato, compiendo un vero miracolo, Cheltenham, Wimbledon e Leeds nel suo cammino verso il quinto round della Fa Cup, dovrà affrontare l’Arsenal Fc. Una bella storia di calcio direte voi, una piccola formazione di quinta serie inglese che riesce a sconfiggere ricchi e potenti clubs. Tutto vero, una bella storia che piace anche a noi, ci mancherebbe. Non ci piace invece come questo confronto è stato dipinto, tutti i giornali ed i siti più famosi ed importanti hanno fatto a gara nel parlare del portiere soprappeso (qui usiamo un eufemismo) che questa sera dovrà fermare gli scatenati avanti dei Reds londinesi. Ma quante inesattezze solo per un contatto o una vendita in più. Andiamo con ordine: Il numero uno in questione si chiama...
Calcio d'angolo - 19 Febbraio 2017 alle 19:30

Una curva da sempre atipica

Il Liverpool FC famoso per i tanti successi in Inghilterra e in Europa è inoltre famosissimo per la sua gradinata: la Spion Kop, leggendaria per numeri, passione e colore, infatti proprio per il suo colore degli ultimi anni, tempi in cui le altre gradinate inglesi delle due serie maggiori stavano diventando dei tristi teatri, ha ispirato molti nuovi tifosi d’oltre manica nel “tifare colorato”. Alcuni esempi sono i Fanatics del Crystal Palace FC e la Green Brigade del Glasgow Celtic FC, grazie a loro molti altri gruppi organizzati invece di essere chiamati fans, supporters o hooligans vengono oggi giorno definiti Ultras proprio perché nel loro tifo ci sono tutti quegli ingredienti tipici del vecchio tifo italiano come le scenografie e gli striscioni. Molte terraces, specialmente in Scozia, oggi...
Calcio d'angolo - 18 Febbraio 2017 alle 14:36

Parole in biancoceleste: Valeria Scattone

-          In Tribuna Tevere uno striscione recitava: “I colori dei nostri padri, i colori dei nostri figli”, come nasce la tua passione per la S.S. Lazio? Ricordo benissimo quello striscione, ed è un pò il riassunto del mio essere diventata Laziale, anzi, del mio essere nata Laziale. Famiglia di Laziali, a partire da mio nonno che viveva con noi, a mio papà, fratello gemello, mia sorella e mia mamma di riflesso diciamo, nonno non vedeva bene e ci sentiva meno ma sapeva tutto! Formazioni, marcatori, risultati e punti in classifica chiedeva sempre a me e a mio fratello e si ricordava tutto! Mio papà, dopo lo scandalo del calcio scommesse, non è più voluto tornare allo stadio, ma ha trasmesso a me e mio fratello la...