Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Polisportiva S.S. Lazio - 29 Giugno 2017 alle 17:43

Marilyn Monroe... e la S.S. Lazio Baseball

Quando la meravigliosa Marilyn Monroe perturbava le vacanze di un marito nella spassosa commedia cinematotrafica di Billy Wilder la Lazio Bsl 1949 vinceva il secondo scudetto della sua storia gloriosa. Il primo tricolore che abbiamo portato a Roma nella storia del "batti e corri" nazionale risale al 1946, nel corso del primo campionato italiano di baseball che fu ufficialmente disputato in Italia appena terminata la guerra. L'anno del secondo massimo titolo era il 1955 e Joe di Maggio, un modesto giocatore di baseball che aveva smesso di giocare già da quattro anni, grebbò sull'onda della ribalta delle cronache diventando il "signor Monroe" e balzando sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo, mentre il grande Giulio Glorioso, il nostro Mr Baseball, già lanciava, batteva e...
Il regista - 27 Giugno 2017 alle 23:45

La nostra bandiera D'Amico ha inaugurato un suo canale youtube

Negli anni ottanta i tifosi della squadra nata dalla fusione avevano una squadra che lottava per i primi posti, avevano calciatori importanti come il regista brasiliano che però non calciò il rigore più importante della loro storia, non se la sentì e buonanotte, la coppa finì in Inghilterra…  ed il centrattacco, il re o o’rey come lo chiamavano loro, che però mise a segno, proprio nell’ultima sua partita, una rete con la maglia viola in uno spareggio che valeva l’Europa. Erano gli anni in cui erano (come sempre) convinti di vincere tutto salvo poi doversi all’improvviso ricredersi. La nostra Lazio, negli anni della nostra adolescenza, era invece sempre in lotta per la sopravvivenza. Problemi uno dietro all’altro, come un rullo compressore. Poteva...
Calcio d'angolo - 27 Giugno 2017 alle 00:26

La marcia dei tifosi a Londra

Se ne è parlato poco o niente almeno sugli organi di informazione più importanti, sono state pochissime le notizia su un avvenimento importante come quello avvenuto nella città di Londra sabato passato, un qualcosa che dimostra a tutti che le persone possono unirsi indipendentemente dalle loro credenze più profonde. Come lo possono essere quelle che ti legano ad una tifoseria calcistica. Nella capitale inglese, hanno marciato compatti più di 10.000 tifosi di calcio, e pensate… non hanno rotto le sedie e non hanno neppure distrutto macchine e vetrine come un cliché abbastanza stereotipato è solito dipingerci. Non hanno neppure intonato cori offensivi. Non ne avevano bisogno. Non servivano messaggi offensivi nei confronti di qualsiasi governo o di altre organizzazioni,...
Moviola - 24 Giugno 2017 alle 09:17

Correva l'anno 1928

... ed in un infuocato Padova-Lazio, l'estremo difensore biancoceleste Sclavi in uscita intercettava la sfera, interrompendo l'azione avversaria. Sclavi: uno dei tanti numero uno biancocelesti ai vertici del calcio italiano. La grande storia della S.S. Lazio 1900.
Polisportiva S.S. Lazio - 22 Giugno 2017 alle 23:15

La S.S. Lazio Calcio a 8 vince la Coppa Italia

Lo scorso venerdì la Lazio Calcio a 8 ha concluso la stagione 2016-2017 e lo ha fatto nel migliore dei modi. I biancocelesti erano, infatti, impegnati nella finale della Coppa Italia di A2. La squadra di mister Benedetti dopo aver ottenuto la promozione in serie A, è riuscita ad alzare il trofeo ambito vincendo la partita per 2 a 0 con una bella doppietta di Sammarco. Il numero 10 con l’Aquila sul petto ha realizzato due bei gol nel secondo tempo. Bello è stato soprattutto il primo ottenuto con un’ottima azione partendo da sinistra e tirando sul secondo palo. La seconda marcatura lo ha visto, invece, concludere da posizione ravvicinata dopo un bel cross dalla destra. La Lazio ha controllato per tutti i 50 minuti non concedendo praticamente nulla agli avversari. La partita si conclude...
Civis Romanus sum - 21 Giugno 2017 alle 21:26

Il Barbarigo a Roma

“ Si’ Bella e Perduta…….” di Mario Tedeschi .- Il Btl. Barbarigo a Roma il 4 giugno 1944 . "Tre mesi, durò la battaglia di Nettuno per il Barbarigo. Quella per Roma durò soltanto una notte. L’ultima notte. Quella dal sabato 3 alla tarda mattinata della domenica 4 giugno 1944 quando, in pochi superstiti, ce ne andammo, ultimo reparto organizzato ad uscire dalla città, per la via Flaminia, sotto gli attacchi dei caccia americani. Roma era stata per mesi alle nostre spalle, muta ed ostile. Ma, al fronte, questo era permesso anche ignorarlo. La gente, quando alla sera si chiudeva nelle case e spegneva le luci, tendeva l’orecchio ai tonfi lontani, dove eravamo noi, e cercava di capire. Capire quanto avremmo resistito ancora, perché soltanto questo...
Polisportiva S.S. Lazio - 20 Giugno 2017 alle 07:55

Due anni fa

... ci lasciava uno dei più grandi atleti nella storia della nostra gloriosa Polisportiva: Giulio Glorioso. Grazie ad Antonio Buccioni per la foto.
Calcio che passione - 19 Giugno 2017 alle 21:53

"Audaces fortuna iuvat" dice il motto latino del Linfield

"Un Dio cattivo e noioso preso andando a dottrina.." Ci sarà Linfield-Celtic nel preliminare di Champions League? Forse. Del Celtic sappiamo molto, del Linfield un pò meno. "You are Now Entering Loyalist Sandy Row". Il vecchio murales paramilitare venne sostituito anni fa da un ritratto di Guglielmo III d’Orange, il vincitore della Battaglia del Boyne. Siamo a poche decine di metri dal “The Meadow” nella zona sud di Belfast dove nel marzo del 1886 undici uomini in mutandoni giocarono una partita di calcio battendo per 6-5 il Distillery in tempi in cui l’Irish League non era ancora stata fondata. Un tale Bob McClurg, operaio della filanda di proprietà della Spinning Company, insieme ad altri colleghi di lavoro aveva creato il...
Moviola - 18 Giugno 2017 alle 22:14

Quella partita, piena di capovolgimenti di fronte, contro la Sampdoria

Quella giocata il 26 novembre del 1996 tra la S.S. Lazio e la Sampdoria è stata una delle gare più belle di quella stagione calcistica. Dieci palle gol e capovolgimenti di fronte per tutti i novanta minuti di gioco, merito dei ventidue calciatori in campo, molti dei quali di grandissimo talento. Nei primi minuti di gioco era Casiraghi che si vedeva miracolosamente deviato il suo tiro dal portiere doriano Ferron. Poco dopo era Mancini a portare in vantaggio gli ospiti con un colpo di testa che si insaccava a fil di palo dopo un traversone di Laigle. Nei successivi venti minuti il fantasista divenne assoluto protagonista in campo, per nostra fortuna i suoi tanti assist non furono raccolti dagli avanti doriani. Dopo la mezz’ora, rra ancora Casiraghi a rendersi pericoloso ma l’onnipresente Ferron deviava...
Polisportiva S.S. Lazio - 17 Giugno 2017 alle 09:26

Correva l'anno 1902

.. e lo Sport Illustrato pubblicava questa breve biografia di uno dei nostri pionieri. La grande storia della S.S. Lazio 1900.