Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Categoria : Cartoline dalla Coppa del Mondo
Totale: 31
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 14 Luglio 2014 alle 12:51

Quando i tifosi sono rispettati arrivano le vittorie

Ieri sera la Germania è diventata campione del mondo per la quarta volta nella sua storia, un successo meritato, per come ha giocato, per come ha interpretato tutte le partite che ha disputato. Una vera macchina da guerra. Le gesta di Neuer, Lahm, Hummels, Schweinsteiger, Müller e del biancoceleste Klose resteranno nella storia del calcio, quella più bella, per sempre. Ma le vittorie nel football e nella vita non nascono per caso, alle loro spalle c’è sempre una lunga, dura e difficile programmazione. Allora perché il calcio tedesco è vincente, non solo a livello di nazionale ma anche di club ? Allora facciamo un piccolo salto indietro nel tempo e cerchiamo di capire da dove nasce la potenza del calcio teutonico. Il Borussia Dortmund ha vinto nella stagione 2011-12 campionato e...
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 11 Luglio 2014 alle 08:21

Lo spirito tedesco

Contro il Brasile, il gioco di squadra e lo spirito giusto nell’affrontare la contesa, sono state la chiave di volta per questa vittoria storica. Se la Germania dovesse vincere il titolo mondiale domenica prossima, bisognerà ricordare anche "lo spirito di Bahia" nella lunga storia del calcio tedesco. Campo Bahia è infatti il luogo dove l’ unione tra i calciatori tedeschi si è cementata nei giorni della competizione mondiale. Magari facendo cose semplici come giocare a ping pong, a bocce o a carte. Tra un allenamento ed una passeggiata sulla spiaggia. Tutto molto semplice, tutto molto tedesco !  Lo spirito di questa squadra ricorda quelli delle altre formazioni tedesche che hanno conquistato il titolo della Coppa del Mondo. E' anche e soprattutto una storia dei loro...
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 09 Luglio 2014 alle 16:25

Il record di Klose e la memoria corta

Cari comunicatori delle radio e dei siti biancocelesti ( e non,  c’è anche chi non conosce i colori sociali ), oggi leggendovi e ascoltandovi abbiamo letto un florilegio di lodi e di apprezzamenti verso il centrattacco tedesco Klose. Tutto suona un po’ stonato però. Si perché mentre noi, non tanto giudicando le sue doti tecniche, siamo solo dei semplici tifosi, mica degli esperti di calcio mondiale, ne abbiamo sempre scritto, basta andare a ritroso su questo sito, e parlato, per chi avesse ascoltato il programma Vecchi Spalti, celebrando le sue doti di uomo prima di tutto. Di voi invece ricordo qualche critica di troppo, ma si sa in tanti oggi hanno la memoria corta. Noi abbiamo celebrato Klose senza indugio, perché ci è sempre sembrato un uomo degno di impersonare i valori...
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 08 Luglio 2014 alle 13:56

I brasiliani che tifano per la Germania

Oggi che si gioca la semifinale tra Germania e Brasile, ci saranno anche dei brasiliani che tiferanno per la nazionale teutonica. Sembra impossibile, ma invece è tutto vero. In Brasile esiste una città chiamata Pomerode che è un comune di 28.000 abitanti a circa 500 miglia a sud-ovest di Rio de Janeiro, situato in una zona che è stata colonizzata a metà del 19° secolo da immigrati tedeschi, soprattutto provenienti dalla regione della Pomerania. Fino alla metà degli anni ’90, qui quasi tutti parlavano tedesco o addirittura il dialetto della Pomerania. Poi con la crescita dell'industria locale, soprattutto metallurgia, tessile e della plastica, molti lavoratori sono arrivati ​​da altre parti del Brasile e ora solo il 65 per cento parla tedesco o il dialetto Pomerania....
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 08 Luglio 2014 alle 08:42

I coriandoli di Argentina 78

La coppa del mondo di Argentina 78, ha lasciato un'impronta indelebile nella memoria di tanti adolescenti di quell’epoca. E' stato il primo torneo che abbiamo visto a colori. Mia padre proprio in previsione dei campionati si era deciso a comprare un televisore a colori per sostituire il vecchio apparecchio in bianco e nero e un nuovo mondo si è aperto. La Coppa del Mondo per noi adolescenti una un periodo magico, eravamo in vacanza, le scuole ormai erano chiuse e il nostro solo impegno era la partita di calcio nel parco sotto casa, incuranti del caldo e delle .. persone sedute sulle panchine. Durante la Coppa del Mondo del 1974 trovai il mio primo eroe internazionale, in Italia in mio campione era ovviamente Giorgio Chinaglia, che giocò anche quegli sfortunati, per la nostra nazionale, campionati del...
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 04 Luglio 2014 alle 08:02

Il miracolo tedesco

La partita è finita! La Germania è campione del mondo,l’ Ungheria è stata battuta per 3-2 nella finale di Berna!" Anche dopo i sei decenni trascorsi dal "Miracolo di Berna", la frase pronunciata quel giorno, al novantesimo, alla radio da Herbert Zimmermann non ha perso nulla del suo fascino. Quel radiocronista descrive il momento che i tifosi e gli storici descrivono come l’ effettiva nascita della Repubblica Federale Tedesca e il ritorno all’amore di Patria, dopo la tragica conclusione delle seconda guerra mondiale. Questa leggendaria e storica vittoria (4 luglio 1954) celebrerà il suo sessantesimo compleanno proprio oggi.  Un buon auspicio per la squadra tedesca che oggi nei quarti di finale della Coppa del Mondo in Brasile dovrà...
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 03 Luglio 2014 alle 13:03

Una trasferta argentina

Decine di migliaia di tifosi di calcio provenienti da ogni parte dell'Argentina, molti dei quali arrivati senza i biglietti per la partita, ma questo era irrilevante, sono andati in Brasile per assistere alla gara tra Argentina e Svizzera. La cosa principale era esserci, anche se poi in tanti non sono potuti entrare allo stadio. In un parco, oscurato dai moderni uffici nel centro di Sao Paulo, la FIFA ha installato schermi di grandi dimensioni per tutti i tifosi arrivati senza biglietto. Gli argentini speravano nei vecchi “bagarini” anche se si diceva che i biglietti andavano tra i 2.000 e i3.000 dollari. Ma non se ne trovavano in vendita. C’erano solo acquirenti e nessun venditore. Due ore prima della partita, gli argentini  sono arrivati in massa con le loro bandiere blu e bianche. La casacca...
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 02 Luglio 2014 alle 07:49

I mondiali dei cori da stadio

Purtroppo, i mondiali di calcio che si stanno giocando in Brasile, se dal punto di vista prettamente calcistico ci hanno regalato delle belle partite e tanti gol, non altrettanto si può dire riguardo al tifo che si vede sugli spalti. Le telecamere fanno a gara nell’inquadrare i tifosi che assomigliano di più ad un albero di Natale fuori stagione. Orrende parrucche, tremendi occhiali, trucchi da clown. Insomma una vera tristezza. Ogni tanto però sentiamo qualche coro che parte dalle gradinate, qualche coro che ci riporta alle nostre domeniche allo stadio. Il più bello ( non ditemi che sono di parte, perché è una cosa oggettiva ) è stato quello inglese: "Two World Wars and One World Cup". E’ un must per ogni tifoso che segue la sua nazionale da...
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 29 Giugno 2014 alle 10:53

Se hai un sogno...

'Eu acredito' ( ci credo) dicevano all’unisono tutti i tifosi del Brasile prima della partita contro il Cile. Volevano rimanere in questa Coppa del Mondo. Sarebbe stata la fine di un sogno. Alla fine ci sono riusciti, il Brasile è ai quarti di finale. Ma  chi è stato il vero eroe di questa giornata tra le fila dei carioca ? non uno dei tanti osannati, spesso anche senza motivo, attaccanti gialloro, ma il loro portiere. Si proprio lui Julio Cesar, del piccolo Queens Park Rangers che aveva faticato per trovare un club la scorsa stagione, Scaricato dall’Inter, che sappiano maestra in queste affrettate conclusioni, non ha trovato posto nell’Italia pallonara, nella nostra serie A, dove giocano titolari anche portieri che arrivano da federazioni non proprio di primo piano. Tipo...
Cartoline dalla Coppa del Mondo - 28 Giugno 2014 alle 08:16

Le migliori sedici

Sono finiti i gironi di qualificazione della Coppa del Mondo 2014, un torneo che non ha lesinato sorprese. Ora sono rimaste le migliori sedici nazioni. C’è la sorpresa USA che si qualificata nella partita più noiosa del torneo, in un girone dove tutti la davano per spacciata vista la presenza dei colossi tedeschi e portoghesi. E' anche la prima volta in assoluto di due squadre africane che si sono qualificate: Nigeria e Algeria. Questi ultimi sono stati una grande sorpresa, ma hanno meritato specialmente dopo il pareggio con la noiosa Russia di Capello ( data tra le favorite ) per 1-1. Molti invece pensavano che la Costa d'Avorio sarebbe stata la migliore tra le formazioni africane invece è finita tra le grandi delusioni del torneo. Cinque squadre provenienti dal Sud America si sono qualificate,...