Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Moviola - 06 Novembre 2017 alle 17:52

E' meglio aspettare il fischio

"Devi sempre aspettare il fischio dell’arbitro". Questa è una delle prime lezioni che insegnano ad un giovane calciatore , eppure c’è stato un calciatore di grande esperienza che non ne ha tenuto conto: il capitano di Manchester United, il francese Fabien Barthez. Era il gennaio del 2001. E si è rivelato un errore molto grave, dato che gli allora campioni della Premier League furono sorprendentemente eliminati, nel quarto round della FA Cup, dal West Ham Utd. Fu l’unico momento di gloria in una stagione incolore per i martelli di Londra. Quella partita fu un lungo duello tra Batrhez e Di Canio. Sul finire della partita, Barthez ha pensato che l'attaccante fosse in fuorigioco e si è fermato con un braccio in aria ma Di Canio ha ignorato sia lui che i tifosi...
Polisportiva S.S. Lazio - 05 Novembre 2017 alle 09:05

La S.S. Lazio Pallanuoto sconfigge il Torino

I biancocelesti vincono 11-7 contro il Torino e salgono a sei punti in classifica. Secondo successo consecutivo di fila. Poker di Maddaluno, primo gol con la calottina della Lazio per Sebastiani: “Un’emozione fortissima”. Sebastianutti: “Complimenti ai ragazzi, ciò che facciamo in partita è il risultato di come ci alleniamo”. ROMA- La Lazio in casa non perde un colpo. I ragazzi di Claudio Sebastianutti hanno ottenuto il secondo successo al Foro Italico superando il Torino nella 3^ giornata di A1 e regalando ai colori biancocelesti una serata magica con un provvisorio secondo posto in classifica. Il risultato di 11-7 non rende giustizia ai biancocelesti che hanno dominato i primi due periodi, per poi controllare il match fino al termine della gara. Ottima la prestazione di...
Il regista - 04 Novembre 2017 alle 09:35

La storia di una canzone delle gradinate inglesi

Se non fosse per le canzoni che danno la base ai vari canti degli stadi, i cori sarebbero dei suoni senza melodia solo un gridare e nulla più. Per chi ama ricercare questo tipo di cose, sa che le melodie che vengono usate per i vari canti hanno origini diverse: si va dalle vecchie marce patriottiche a sonorità pop-rock fino alla dance. Uno dei canti più gettonati negli anni ’90, in cui la canzone uscì, fu “This i show it feel” degli Inspiral Carperts una band musicale che fa parte della cosiddetta scena Manchester, fu un periodo che durò oltre un ventennio e vide impegnate in questo arco di tempo varie band e generi musicali differenti tra loro legati solo dalla provenienza d’origine che aveva base nella città di Manchester. Gli inspiral Carpets furono...
Calcio d'angolo - 03 Novembre 2017 alle 10:32

La nascita dei papelitos

Argentina anno di grazia 1961, un gruppo di tifosi del Quilmes, storico club dai colori bianco blu nato nel lontano 1887,  pensa a qualcosa di innovativo da fare all’ingresso in campo della propria squadra. Ma cosa? Un tifoso era venuto a sapere che la locale fabbrica di birra, omonima della città e della squadra,  aveva delle etichette da apporre sulle sue bottiglie di birra che ormai non usavano più. Avrebbero potuto regalarle senza problemi, anzi, in fondo le toglievano dai propri magazzini. Non erano neppure poche… si dice fossero addirittura cento milioni. I tifosi del Quilmes ne parlarono e decisero di prenderle tutte, le avrebbero lanciate, un po’ alla volta ogni qualvolta che El Cervecero scendeva sul terreno di gioco. Detto fatto alla successiva partita interna...
Moviola - 02 Novembre 2017 alle 10:32

Correva la stagione 1961-62

Un piccolo frammento della grande Storia della S.S. Lazio 1900
Il regista - 30 Ottobre 2017 alle 19:24

Bisogna essere sfortunati nella sfortuna

"The Full Monty" è stato un esempio efficace. Quando l'industria siderurgica inglese entrò in crisi licenziando oltre quarantamila operai solo una piccola parte di loro ritrovò un altro impiego. Il resto viveva di sussidio e di lavori improvvisati, più o meno strampalati, proprio come quello dello “striptease” ideato dal suddetto film. Gaz, uno dei protagonisti, se ne andava in giro con la maglia dello Sheffield United. Una scelta non casuale. Il vero disoccupato di Sheffield tifa per le Blades. Perché bisogna essere sfortunati nella sfortuna. Lo United, fondato nel 1889, ha una sala dei trofei oramai piuttosto datata. Certo, dalle parti di Bramall Lane possono vantarsi di essere stati i primi nel mondo ad aver coniugato il suffisso “United” con il nome della...
Polisportiva S.S. Lazio - 29 Ottobre 2017 alle 09:58

La S.S. Lazio Calcio Femminile partecipa alla campagna "Salviamo Elisa"

La S.S. Lazio Calcio Femminile 1969 ha deciso di partecipare alla campagna "Salviamo Elisa". Elisa è una bambina di tre anni ed è malata di leucemia infantile da circa un anno e la sua unica possibilità di salvezza è quella di trovare un donatore di midollo osseo. Tutti coloro tra i 18 ed i 35 anni di età che pesano più di 50 kg e, naturalmente, sono in buona salute, recandosi al centro trasfusionale più vicino, possono salvarle la vita. Ma il tempo stringe, mancano solo cinquanta giorni, perchè Elisa sta iniziando il quinto ciclo di chemioterapia sperimentale, forse l'ultimo possibile. Per questo, già ad inizio della prossima settimana, alcune delle calciatrici in forza alla S.S. Lazio C.F., accompagnate dalla società, si sottoporranno al...
Calcio d'angolo - 28 Ottobre 2017 alle 09:11

Quel 28 ottobre del 1979

La mattina del 28 ottobre ci alziamo in una Roma dai toni invernali, il cielo è plumbeo. Ci incontriamo all’angolo tra le nostre due abitazioni verso le 10:30. Due autobus per arrivare allo stadio. Arriviamo alla fermata, ci siamo solo noi. La bandiera è in uno zaino. Si vede solo l’asta. Sull’autobus poche persone parlano tra loro, tutte prese dalla loro quotidianità, noi  soli con la mente all’imminente sfida stracittadina. L’altra linea, quella con il capolinea nei pressi dello Stadio Olimpico, dovrebbe essere più frequentata: infatti siamo in tanti. Si vede qualche sciarpa, ma nessun coro, nessun gruppo di tifosi organizzati. L’autobus ci lascia lungo il fiume Tevere, dobbiamo attraversare uno dei ponti che porta allo stadio per raggiungere la Curva Nord....
Moviola - 27 Ottobre 2017 alle 17:42

Roberto "Papus" Marin un grande atleta della S.S. Lazio Baseball

La storia dimenticata di Roberto Marin, un grandissimo Laziale e campione del passato che con la sua passione per il gioco del batti e corri ha onorato la Nazionale, la Lazio Bsl 1949, il Coca Cola Roma e il Nettuno. Quando nel 1959 la Roma vinse il suo primo scudetto i suoi giocatori più forti provenivano dalla Lazio che era stata sciolta l’anno prima, nel ’58, per motivi economici, uno tra tutti è stato Roberto Marin. Marin è stato campione d’Italia con la Lazio Baseball 1949, (1949 e 1955), con il Coca Cola Roma (1959), e con il Nettuno dove, dopo aver vinto nel 1963 il quarto tricolore del proprio palmares giocando insieme all’ex compagno nella Lazio e nella Nazionale Giulio Glorioso, il più grande giocatore di tutti i tempi, chiuse una carriera entusiasmante in cui ha...
Fuorigioco - 26 Ottobre 2017 alle 13:13

"The best" canzone da stadio

Se non fosse per la musica, i canti, il brusio e l’imprecare dei tifosi lo stadio sarebbe una biblioteca come cantano i tifosi britannici allo stadio, gli altoparlanti dello stadio oltre a dare le formazioni delle squadre che di li a breve scenderanno in campo sono utilizzati per dar via ai vari inni che rappresentano la squadra; canzoni spesso che caricano calciatori nel momento del riscaldamento e iniziano a fare scaldare i tifosi che da poco hanno messo piede nei vari settori dello stadio dopo una bevuta al pub e dopo aver mangiato un tortino di carne. Di solito l’inno viene cantato da tutto lo stadio accompagnato da sciarpate o vari balli e battimani. Nel caso dei Rangers Glasgow da molti anni risuona ad Ibrox “The best” canzone cantata da Bonnie Tyler nel 1988 ma portata al successo da Tina Turner...