Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Calcio che passione - 27 Aprile 2018 alle 07:03

Oggi allo Stark's Park stanno tornando a cantare

Fu una sensazione, non una certezza. Fu un illusione, ma si un abbaglio, può capitare quando non sei abituato a certi palcoscenici e la storia ti corre accanto senza rendertene conto se non in un secondo momento scollato dal quel presente. Eppure il tabellone dell’Olympiastadion di Monaco di Baviera aveva lettere grandi, luminose, e recitava chiaramente un risultato: Bayern Munchen 0- Raith Rovers 1, rete di Danny Lennon al 43esimo del primo tempo. Tutto vero, ma anche tutto passeggero, vacillante; il Bayern di Klinsamnn, Babbel e Papin, ribaltò il risultato superando il turno dopo aver già messo le cose in chiaro nella partita d’andata. Francamente ho sempre pensato che chi si innamora del calcio lo fa essenzialmente per dei particolari che a chiunque altro sfuggirebbero, o nella...
Polisportiva S.S. Lazio - 26 Aprile 2018 alle 08:01

Frammenti di storia

Una targa di una delle sezioni più gloriose ed antiche della nostra Polisportiva. La grande Storia della S.S. Lazio 1900.
Cronache anglosassoni - 25 Aprile 2018 alle 06:51

"Arsenal" Wenger

E' il 20 aprile 2018, dalle parti del Nord di Londra sta per andare in scena una delle consuete conferenze stampa prima del, solito, weekend di football. In casa Arsenal, però, si respira un'aria strana da giorni. Molti tabloid sportivi lanciano come una sorta di “premonizione” dove, quel venerdì 20 aprile, ci sarà una comunicazione, oserei dire, STORICA. Ebbene, venerdì scorso, il mondo del calcio si fermato per un momento, come se stesse assistendo ad un evento soprannaturale. Lo storico allenatore dell'Arsenal, Arsenè Wenger, al termine della stagione 2017/2018 lascerà la panchina dei Gunners dopo 22 anni come manager del club londinese. Su queste righe che scriverò non riporterò più di tanto le gesta di Arsenè come allenatore...
Tribuna Tevere il Sodalizio - 23 Aprile 2018 alle 21:19

Marco Gentile RIP

MARCO, IN MOLTI CI HAI PRESO ALLA  SPROVVISTA,E SAI CHE SIAMO ESSERE UNITI PUR NON VEDENDOCI TALVOLTA ANCHE PER DIVERSO TEMPO.ALL’ETA TUA  E’ PASSATA  SOLTANTO LA VIA DI MEZZO,E CI HAI LASCIATO, SENZA FORSE, UN PO’ TROPPO PRESTO,IL CASTELLO, COME LO CHIAMIAMO NOI ROMANI SENZA VOI SULLA VIA, TE, MIMMO, E IL “GRANDE GIOVANNI”. NON ERA DA TEMPO  PIU’ LO STESSO. CON GLI AMICI DELL’ AQUILA MA ANCHE DELLA LUPA, OLTRE AVER SANCITO TRA RISATE E PIATTI NOSTRANI GEMELLAGGI ANCORA BEN SALDI COME PER ESEMPIO CON GLI AMICI DI MILANO. GRAZIE ANCORA DEI TUOI TRATTAMENTI IN PRIMIS PER NOI CHE SCHERZANDO TI DICEVAMO FAI PAGARE DI PIU’ I TURISTICHE STO PANORAMA SOTTO L’OMBRA DELL’ANGELO, L’ARIA DE RIONE, QUEI PRATI DE CASTELLO, CO ER FIUME DE NOANTRI E...
Moviola - 23 Aprile 2018 alle 09:04

Il piu' grande di tutti

Ottobre del 1937, Silvio Piola ripassa gli schemi di Viola, allenatore biancoceleste. La Lazio deve affrontare l'altra squadra cittadina e niente deve essere tralasciato. Classe e umiltà! La grande Storia della S.S. Lazio 1900
Polisportiva S.S. Lazio - 22 Aprile 2018 alle 09:24

Una storica vittoria per le Ladies del Calcio Gaelico biancoceleste

Nel giorno del suo 2771° Anniversario, Roma ospita una rassegna internazionale di prestigio. Si è svolta, infatti, dalle 8:30 alle 18 di Sabato 21 Aprile la prima tappa del Campionato Centro-Est Europeo di Calcio Gaelico. La Lazio, orgogliosamente, è stata l'organizzatrice dell'evento ed ha portato in campo sia la squadra maschile sia la squadra femminile. Le avversarie erano tra le altre Padova, Monaco, Berlino, Vienna e Varsavia. Gli incontri, disputatisi al Tre Fontane, hanno deliziato il pubblico durante tutta la splendida giornata romana. Veniamo alla Lazio. I ragazzi hanno disputato un buon torneo, nonostante le due sconfitte nel girone e la conseguente eliminazione dalla corsa alla finale. Il girone, vedeva i biancocelesti affrontare le due più forti: Vienna e Varsavia, che per la cronaca sono...
Moviola - 21 Aprile 2018 alle 09:21

Correva l'anno 1933

Dopo una parita combattuta la S.S. Lazio aveva la meglio su un coriaceo Padova. La grande Storia della S.S. Lazio 1900
Tribuna Tevere il Sodalizio - 19 Aprile 2018 alle 08:06

Lo porti " uno striscione" a Firenze

Trasferta di Firenze, negli anni passati era considerata la più facile, scrivo degli anni settanta /ottanta dove la " geografia" del calcio ti insegnava che era la trasferta più vicina dalla nostra Urbe. E questa trasferta ogni Laziale ha sempre partecipato, negli anni della nostra "giovinezza" ci dava anche un po' fastidio , perché si presentavano tanti tifosi che poi non ritrovavamo in trasferte lontane... ma era la "voglia" giovanile di dimostrare tutto , come credo succede nel pensiero oggi ai tifosi laziali giovani. Eppure in quel di Firenze , storicamente la tifoseria Laziale ha espresso sempre la sua "follia"nel portare gli striscioni ...e scrivo per la mia generazione, dall'inizio anno 74/75 con la stoffa blu con la scritta ultras , o in una domenica di...
Calcio che passione - 18 Aprile 2018 alle 17:08

Ireland one, England neill

Non me lo ricordavo. O meglio, non mi sembrava che fossero già passati trent’anni. Trent’anni sono tanti, pure troppi, un terzo della nostra vita a essere molto ottimisti. E’ stato un quadretto appeso al Murrays di Dublino, in O’Connell Street, a farmi tornare in mente quel piccolo folletto infaticabile che con un perentorio colpo di testa parve eludere 800 anni di ingerenze inglesi. E a quel punto, colto da santifica visione, nell’immanente aroma di tostatura del malto d’orzo, ho dipanato la memoria, allontanandomi da quel frammento d'azione, per tornare a recuperarlo appieno e non solamente nell’oblio del suo compimento. Nella successione di porzioni la scena iniziale si apre con un uomo smilzo, composto e vagamente rassegnato che sta pescando dentro un torrente...
Bravo chi legge - 17 Aprile 2018 alle 16:58

Storie maledette, l'altra faccia del calcio

Quando pensiamo alla vita dei calciatori è facile immaginare vite da favola, fatte di cospicui conti in banca, di belle donne, di abiti firmati e di auto di lusso. Nella stragrande maggioranza dei casi questo stereotipo corrisponde alla verità, eppure non è sempre così. E’ arrivato in libreria un libro che invece ci porta a scoprire il lato oscuro, ma forse più umano del gioco del calcio. L’autore è Remo Gandolfi e si intitola “Storie maledette, l’altra metà del calcio”. E’ una galleria di racconti in cui viene narrata la vita non solo sportiva di tanti idoli calcistici. Qualcuno è molto famoso, come il temibile terzino argentino Tarantini, il talentuoso Francisco Marinho, il dottore del calcio per antonomasia quel Socrates che giocò...