Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Il regista - 07 Ottobre 2017 alle 10:49

Liverpool e la sua " irlandesita' "

Bella la Kop di Liverpool! per anni una delle migliori curve al mondo, calorosa e colorata e numericamente impressionante sia dentro che fuori le mura amiche.  Curva molto italiana che si abbellisce con coreografie, bandieroni copri curva e due aste e pezze molte rigorosamente di colore rosso, rare le Union Jack. Liverpool è una città atipica città di mare e abituata a gente che viene e che va e a gente che arriva per rimanerci. Oggi a Liverpool tre quarti della popolazione ha origini irlandesi, infatti, ai tempi della crisi economica irlandese, molti hanno ripreso ad emigrare verso le stesse vecchie mete: Scozia, Usa, Australia ed Inghilterra soprattutto a Liverpool. La crisi irlandese di qualche anno fa ha riportato l’emigrazione ai livelli di oltre venti anni fa ed è Liverpool la città...
Il regista - 04 Ottobre 2017 alle 09:10

Una croce sulla maglia

La croce celtica è uno dei simboli d’Irlanda e affonda le radici in tempi remoti, antico simbolo dei celti venne presa in prestito da San Patrizio, Santo patrono irlandese, che nella sua simbologia la rinnovò infatti era precedentemente usata nei riti pagani: ad essa il Santo aggiunse un cerchio all’altezza dell’incrocio tra gli assi. Quel cerchio simboleggiava il Sole, ovvero il Cristo, luce delle genti e salvezza dell’umanità. Simbolo costruito dal missionario cristiano che imponeva la sua “dottrina” sulle antiche religioni. Da un lato usava la violenza militare e, dall’altro, organizzava una rappresentazione tendente a convincere i “pagani ingenui” che, in fondo, il cristianesimo altro non era che una continuità delle loro stesse credenze. Non si...
Calcio che passione - 02 Ottobre 2017 alle 18:18

Pronostici sovvertiti

Il 23 ottobre 1971, i leader della Bundesliga dello Schalke 04 giocavano, in trasferta, in casa dei campioni del Borussia Mönchengladbach. Tutti pensavano ad una partita molto equilibrata ma le cose andarono in maniera molto differente. Il Borussia M’Gladbach aveva vinto il campionato tedesco nelle due stagioni precedenti, ma a quel punto della stagione (1971-72) era addirittura cinque punti dietro allo Schalke 04. I Die Knappen eranoin cima alla classifica soprattutto grazie alla loro forte difesa, che fino ad allora aveva subito solo tre gol. Ma non ci è voluto molto tempo agli avanti del Gladbach per battere l’estremo difensore avversario: dopo soli quattro minuti, la leggenda del calcio germanico Jupp Heynkes aveva realizzato la sua prima marcatura.  Fu solo l’inizio...
Calcio che passione - 30 Settembre 2017 alle 09:40

George (the) Best

George Best è stato senza dubbio uno dei migliori calciatori che hanno calcato i campi di gioco e su questa cosa si amava dire: "Maradona is great, Pelè is better, George the Best". Un calciatore venuto dal nord dell’Irlanda che ha fatto sognare soprattutto i tifosi del Manchester united dove vinse il pallone d’oro e regalò, grazie alle sue perle in campo, la Coppa dei Campioni. Palla al piede era fenomenale come ahimè lo era con le donne e purtroppo l’alcool che lo portarono alla rovina. George best è rimasto immortale ai tifosi di calcio ma soprattutto ai tifosi dei red devils che ancora oggi lo ricordano intonando cori per il grande George che amava i 60 e lo si notava grazie al suo gusto impeccabile nel vestire. Aldilà di tutto George Best...
Calcio che passione - 29 Settembre 2017 alle 07:58

Non solo una partita, ma la storia di una nazione

Sabato 30 settembre al Celtic Park di Glasgow, alle ore 16, si affronteranno le due maggiori formazioni di origine irlandese che militano in terra di scozia ovvero Celtic Glasgow e Hibernian; in questo giorno per il popolo d’Irlanda e di tutti gli irlandesi sparsi nel mondo è un giorno particolare molto doloroso infatti il Celtic scenderà in campo con la classica casacca degli hoops che sarà arricchita oltre che dal logo del club e dal logo che ricorda il 50° anno della conquista della Coppa dei Campioni ai danni dell’Inter nel lontano ’67 anche dal National Famine Memorial Day, il logo il ricordo “della grande carestia”. Probabilmente molti sanno di cosa si tratta, ma forse non tutti... la grande carestia è uno dei periodi peggiori vissuti dal popolo irlandese sulla...
Calcio d'angolo - 28 Settembre 2017 alle 09:05

Il derby di Glasgow... come tanti anni fa

Ricordate uno striscione con scritto: “ intatti è biancazzurro”? Fu fatto dai tifosi della Curva Nord in risposta ad uno striscione esposto in bella mostra dai nostri rivali cittadini. Era la metà degli anni ottanta. Una cosa del genere è successa, pochi giorni fa, in una delle sfide stracittadine più sentite nel nostro continente, quella della città scozzese di Glasgow. Celtic e Rangers non è solo una sfida calcistica, ma anche… religiosa. Celtic cattolici, Rangers protestanti. Nel giorno del derby che si giocava all’Ibrox Stadium la Curva dei Rangers, la Copland Road end,  aveva preparato una grande scenografia che la ricopriva quasi per intero. Tanti cartoncini in rosso, bianco e blu con al centro un grande stemma con  le tre lettere...
Fuorigioco - 26 Settembre 2017 alle 17:22

Passione... giacconi

Ormai è un dato di fatto, anche guardando il calendario, l'estate è, purtroppo o per fortuna a seconda dei casi, alle spalle. È arrivato il momento di lasciare bermuda e polo rigorosamente nell’armadio, in attesa di una nuova bella stagione. Arriva ora il tempo dei giubbotti. Parliamo di quelli per la vecchia cara mezza stagione, termine ormai desueto. Insomma stiamo parlando di quei giacconi  leggeri Fred Perry, Pretty Green, Adidas Originals … Quindi niente di particolarmente pesante, ma indumenti versatili, belli, leggeri; giubbotti che possono essere indossati in città, allo stadio, ma anche seguendo una bella partita della S.S. Lazio Footgolf o del Calcio Gaelico, quando magari dal cielo dell’Urbe scende una piccola pioggia molto british. Abbiamo chiesto ai...
Moviola - 25 Settembre 2017 alle 13:17

Settembre 1958 la S.S. Lazio vince la sua prima Coppa Italia

Il 24 settembre 1958 è una data storica per la S.S. Lazio perché riesce a mettere in bacheca il suo primo grande trofeo: si tratta della vittoria della Coppa Italia. I biancocelesti la alzano al cielo in un olimpico gremito grazie a un goal di Prini. A dire il vero la S.S. Lazio, negli anni che hanno preceduto questa storica vittoria ha spesso avuto nel mondo del calcio che conta un posto tra le grandi infatti fino dalla sua nascita la S.S. Lazio ha sfiorato più volte il titolo di campione d’Italia. Tornando a quella finalissima tra Lazio e i viola fu una bella partita con i due portieri impegnati in gran belle parate. Alle parate di Sarti, non uno qualsiasi infatti anni più tardi fece parte della grande Inter messa su da Angelo Moratti, risposero le prodezze del mito biancoceleste Bob Lovati che...
Tribuna Tevere il Sodalizio - 23 Settembre 2017 alle 17:15

23 settembre 1981

Il regista - 23 Settembre 2017 alle 09:57

Domani Marcella Violi e Martina Cacciola incontreranno la Lazio

In vista della partita che domani vedrà di fronte le ragazze dello Sporting Lokri e della Lazio, abbiamo intervistato due ragazze che hanno indossato la casacca biancoceleste, vincendo tanto e onorando sempre la nostra maglia anche quando tutto era diventato in salita. Sono Martina Cacciola e Marcella Violi, portiere e difensore anche della nostra Nazionale. Queste sono le loro parole: 1 - Il ritorno a casa nella vostra Calabria per difendere i colori della vostra terra. Quanto vi rende orgogliose poter avere questo onore? Martina Cacciola: “Poter giocare di fronte alla tua gente, a mio padre, a mia madre, a mia zia e ai miei familiari che mi seguono sempre è qualcosa di straordinario, ti da una carica in più. Difendere questa maglia, questi colori e portare in alto il nome della Calabria...