Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Tribuna Tevere il Sodalizio - 24 Gennaio 2017 alle 10:22

Per sempre Giorgio Chinaglia

Il ricordo dell'uomo che ha cambiato la nostra Storia.
Il regista - 23 Gennaio 2017 alle 11:38

La casacca simbolo di un calcio antico

L’aver letto il libro di Fabio Argentina in collaborazione con Emiliano Foglia “Uomini nella Storia”, mi ha riportato indietro negli anni, facendomi fare un bellissimo percorso a ritroso attraverso le maglie di tutti, ma proprio tutti, i campionati biancocelesti. Allora eccole le casacche che tanto hanno fanno impazzire i tifosi, quella del merchandising ufficiale che gode di ottimi fatturati, la casacca agognata dai collezionisti, ma soprattutto quella amata dai tifosi in un calcio senza vere e proprie bandiere ammainate anni fa. La casacca simbolo di un calcio che non c’è più. E cosa importante fa piacere vederla sempre sudata significato di impegno sul rettangolo di gioco. La Lazio è una delle prima squadre italiane che negli anni ha sfoggiato casacche molto belle e interessanti...
Polisportiva S.S. Lazio - 22 Gennaio 2017 alle 09:58

Antichi legami

Uno strano ed inaspettato legame, che passa anche per il football gaelico, unisce la città di Roma con la provincia irlandese dell'Ulster e la mano rossa che ne è simbolo. Nel lontano 1607 infatti, Hugh O'Neill e Rory O'Donnell, conti di Tyrone e Tyrconnell (l'attuale Donegal) fuggirono da Rathmullan, sconfitti dalle forze inglesi, abbandonando l'Ulster in quel che viene ricordato come la Flight of the Earls. I conti del nord salparono inizialmente per la Spagna e giunsero infine a Roma, dove vennero accolti dal papa e passarono il resto della loro vita esuli. Le loro tombe sono situate nella magnifica Chiesa di San Pietro in Montorio, capolavoro rinascimentale famosa anche per il tempietto del Bramante e la cui costruzione fu finanziata dai reali di Spagna, e recano sia la nota mano rossa che la...
Fuorigioco - 21 Gennaio 2017 alle 10:33

2017 tanti concerti e dischi interessanti ci attendono

Se il 2016 è stato ricco di eventi e di ottimi dischi di genere punk e non solo, il 2017 è partito molto bene infatti già nei primi giorni di questo nuovo anno si può tracciare una lista di grandi e attese uscite e una serie di live da brivido. Il punk bisogna dirlo continua a sfornare nuove band con gran bei album che anche se nella maggior parte dei casi non è proprio quello politicizzato degli esordi comunque sia crea intorno a se ancora tanto interesse. Prima di tutto molte di queste band mantengono prezzi accessibili sia per i live che per i cd o lp, infatti per fare un esempio per poter assistere al suo show a Roma Marky Ramones chiese una cifra non superiore ai 18 euro compreso di prevendita. Stessa cosa quando assistetti al live di Cj Ramones a la spezia così come per il merchandising...
Il regista - 20 Gennaio 2017 alle 14:06

Uomini nella storia: un viaggio nella nostra vita

Qualche giorno fa un vecchio amico dell’Associazione, anche lui grande appassionato della storia in biancoceleste, tratto ad onor del vero distintivo di molti dei nostri associati, mi telefona tutto entusiasta per dirmi che aveva comprato in edicola un libro molto bello sulla storia delle formazioni della nostra storia. Aggiungendo inoltre che al suo interno c’erano tantissime foto, molte delle quali inedite che spaziavano nei nostri centodiciassette anni di storia corredate da interessanti racconti sulle vicende storiche di quelle compagini. Fidandomi del suo giudizio, nonostante siano stati pubblicati in passato, dei libri sulla Lazio su cui è meglio soprassedere ho deciso di comprare il libro in questione. Beh .. il mio amico aveva perfettamente ragione. “Uomini nella storia” questo il titolo...
Calcio d'angolo - 19 Gennaio 2017 alle 12:59

Il loco del Real Madrid

Edizione 75-76 della Coppa dei Campioni, il Real Madrid aveva eliminato la Dinamo Bucarest, il Derby County ed il Borussia Monchengladbach. In semifinale l’attendeva il Bayern Monaco, che aveva vinto le due precedenti edizioni. Erano dei grandi anni per il calcio tedesco. La Nazionale era campione del mondo e schierava diverse stelle proprio del Bayern: Maier, Beckenbauer, Honess e Müller. Altre due squadre tedesche erano nelle semifinali europee: l’Eintracht nella Coppa delle Coppe e l’Amburgo in Coppa UEFA. Il  Bayern era arrivato a Madrid sicuro del fatto suo. Un suo dirigente disse anche che il Bernabéu non lo aveva colpito per niente e anzi che l'illuminazione sembrava insufficiente. Nel complesso, però era una squadra con grandi giocatori, ma che giocava un calcio poco...
Moviola - 18 Gennaio 2017 alle 14:14

Quaranta anni fa

Ci lasciava Luciano Re Cecconi, numero otto biancoceleste, inesauribile polmone del centrocampo biancoceleste. Un'immagine che ci riporta a quegli anni settanta. Uomini veri e un presidente tifoso. Tutto era possibile come quello scudetto vinto contro tutto e tutti.
Il regista - 17 Gennaio 2017 alle 19:44

Chiamateli stupidi ...

La Cattedrale è un colosso di pietra costruito sulla cima di una collina. Un’ enciclopedia della fede visibile a quaranta chilometri di distanza. Per arrivarci occorre inerpicarsi come i pellegrini del Medioevo su per l’acciottolato Steep Hill. Varcati gli archi dell’Exchequer Gate si può ammirare l'edificio in tutto il suo splendore di elaborato miscuglio stilistico. E lui è dentro. Si proprio lì, dove per atavico e incrollabile sentimento cristiano si riterrebbe quantomeno fuori luogo e inopportuna la sua presenza. E invece eccolo, un diavoletto bello comodo seduto sull’altare. La leggenda narra che il diavolo (il principale...), un po’ invidioso della bellezza dell’opera, pensò bene di inviare due spiritelli a Lincoln per creare scompiglio fra i...
Moviola - 16 Gennaio 2017 alle 18:42

Il cuore conta

Il calcio scozzese da sempre è stato la fonte per tanti racconti emozionanti, iniziando dal primo giocatore che è finito addirittura in carcere, Duncan Ferguson, colpevole di aver colpito a testate John McStay in una sfida tra Rangers e i Raith Rovers. Ma interessante è la storia di Willie Johnston, una storia di vittorie e cadute, di gioia e di sofferenza. Willie fece la gioia dei tifosi dei Rangers e del West Bromwich Albion. Quando firma per i Rangers la dirigenza scozzese riesce incredibilmente a superare le offerte di Manchester United e Leeds United, vanno fino a casa sua per farlo firmare. Debutta con i Gers a 17 anni e si distingue nel distruggere le difese di tutte le malcapitate squadre che ha affrontato, guadagnandosi anche l'odio delle difese avversarie. Tanto che in partita è uscito dal...
Calcio d'angolo - 15 Gennaio 2017 alle 10:13

I Leoni lottano per la loro terra

Dopo 106 anni il vecchio Millwall potrebbe essere costretto a lasciare la sua casa. Stando a quanto riporta la società, il comune di Lewisham starebbe valutando l’offerta di un investitore estero intenzionato a bonificare e dare un nuovo volto all’area circostante l’impianto dei Lions. Il presidente del Millwall John Berylson non ha nessuna intenzione di cedere il terreno ma in ogni caso sta considerando tutte le possibili alternative, compresa quella di uno spostamento del club. Anche i tifosi si sono mobilitati per difendere la loro storia e hanno già inviato una lettera al comune, nonchè aperto un comitato di difesa del Den. Per adesso la situazione pare abbastanza statica, ma intanto i tifosi del Millwall si sono già mobilitati. Simone Galeotti