Attenzione!Il tuo browser non rispetta gli standard richiesti da www.sodaliziolazio.com.

È neccessario aggiornare il browser.

Tribuna Tevere il Sodalizio - 22 Marzo 2016 alle 19:49

Un sogno chiamato Flaminio, una precisazione

In merito alla questione dello Stadio Flaminio e alla sua possibile riqualificazione vogliamo sottolineare quanto segue, riguardo ad un altro progetto di cui siamo venuti a conoscenza e in cui si parla delle firme che l’Associazione Sodalizio Biancoceleste raccolse nel 2010 grazie alla collaborazione di tutti i suoi associati. Per far meglio ciò, sottolineiamo che l’Associazione Sodalizio è la fautrice di questa nostra iniziativa, che continua a essere portata avanti Veniamo a conoscenza di questo progetto che sta girando sui social. Dal testo affiora una certa confusione su argomenti mal copiati relativi a progetti pregressi che portano a dare informazioni errate. A tale proposito, l’Associazione Sodalizio Biancoceleste, fautrice del progetto presentato al Comune di Roma e alla Regione...
Polisportiva S.S. Lazio - 22 Marzo 2016 alle 09:19

Impressionanti Marines! Finisce 56 a 8 la prima a Roma dei laziali

Un dato su tutti: dopo 5 minuti del secondo quarto è entrata la regola del "Running Clock", ovvero il tempo non si ferma più fino al termine della gara, per tutelare il team che ha già subito 30 punti di scarto dall'avversario. La partita inizia cosi: prima azione, lancio di Hermodsson per Bacaro che si invola in meta, e via allo show dei biancocelesti che in poco meno di 20 minuti di gioco mettono a segno 32 punti e annichiliscono l'attacco degli ospiti che non riesce a muovere palla. Vanno a segno Hermodsson, oggi davvero mostruoso, con 262 yards di lancio e un 10 su 13 a cui si aggiungono anche altre 45 yards di corsa prima di dare spazio al giovane Biancolella dall'inizio della seconda frazione di gara, a seguire Latini, Luci e poi Biancalana a chiudere il secondo quarto su un secco...
Polisportiva S.S. Lazio - 21 Marzo 2016 alle 07:34

Una coraggiosa S.S. Lazio Rugby 1927 sfiora l'impresa

Non riesce l'impresa all'IMA Lazio Rugby, esce sconfitta tra le mura di casa del CPO Giulio Onesti per 13 a 27 contro il Marchiol Mogliano, una delle più serie candidate alla vittoria finale del campionato. Partita molto combattuta decisa dalle maggiori abilità individuali dei veneti, che hanno saputo sfruttare le maggiori occasioni avute nella metà campo biancoceleste. La Lazio ,sempre lucida e combattiva, ha avuto per larghi tratti dell'incontro il possesso dell'ovale, ma spesso i tentativi offensivi del XV guidato da Pratichetti e Coppeto venivano sventati dall'ottima difesa moglianese.  LA CRONACA DEL MATCH:  Al 6' minuto era il Mogliano ad aprire le danze nel punteggio: l'estremo Filippo Guarducci sfrutta un buco nella...
Polisportiva S.S. Lazio - 20 Marzo 2016 alle 09:32

Esordio con vittoria per la S.S. Lazio Baseball

SS Lazio Baseball buona la prima. Dopo 9 inning la SS Lazio Baseball porta a casa la gara contro il Montefiascone 16 a 8 e partita chiusa. Prossima settimana sempre sul diamante dell'Acqua Acetosa ci sarà l'incontro contro i Lupi Roma. Ottimi sul monte Pagliei e il nuovo acquisto Stefano Marchetti rimandato l'esordio dell'Italo-Giapponese Yutaro Calindri. S.S. Lazio Baseball
Il regista - 20 Marzo 2016 alle 08:49

Considerazioni

"Il calcio non ha più lo stesso fascino perché ora c’è molto distacco tra il giocatore e il tifoso, tra il giocatore e la stampa, tra il calciatore e la realtà che lo circonda. Prima era tutto più semplice, noi eravamo un tutt’uno con l’ambiente e, nel bene o nel male, eravamo integrati nella realtà in cui vivevamo. Ora, invece, ci sono ragazzi di poco più di 20 anni che mi sembrano marziani, che non sorridono quasi mai. Io, invece, mi sono divertito da morire, soprattutto nel periodo in cui ho giocato a Roma nella Lazio. Sono stati gli anni più belli della mia vita. Il gruppo era molto forte, molto unito. C’era gente di personalità e di una simpatia unica, quindi noi ci divertivamo proprio negli allenamenti, durante la settimana, e non tornavo...
Tribuna Tevere il Sodalizio - 19 Marzo 2016 alle 10:07

I colori dei nostri padri, i colori dei nostri figli

Buon 19 marzo, ricordando chi ci ha trasmesso un'eredità preziosa e da difendere: la passione per i colori biancocelesti. Quelli che furono dei nostri padri, quelli che sono dei nostri figli!
Polisportiva S.S. Lazio - 19 Marzo 2016 alle 09:37

Una partita da vincere

“Qualcuno mi aiuta non si vince da solo perché uniti si può passare, guadagnare terreno, come onde nel mare e negli occhi vedremo rispetto leale per chi abbiamo davanti ma senza mollare, stringendo tra i denti il destino di questa partita è una scelta di vita"....
Moviola - 17 Marzo 2016 alle 21:24

La S.S. Lazio domina e vince in Europa

Il Grasshoppers arrivò a Roma imbattuto, uscì dallo Stadio del P.N.F. subendo la bellezza di sei reti. Correva l'anno 1937. Quella S.S. Lazio poteva vantarsi di schierare calciatori del calibro di Silvio Piola, di Giocomo Blason portiere bravo ed affidabile, del terzino sinistro Alfredo Monza che giocò 222 gare di fila (vi fa pensare a qualcosa?), del mediano Giuseppe Baldo megaglia d'oro alle Olimpiadi di Berlino, di Umberto Busani la spalla del grande Silvio che segnò al Napoli quattro reti in meno di un'ora e del dottore Bruno Camolese centrocampista instancabile. Uomini che hanno reso lustro alla grande Storia biancoceleste. Uomini di cui andare fieri. Questa è la S.S. Lazio 1900.
Fuorigioco - 17 Marzo 2016 alle 17:14

I due soli ... di Marco

Marco è il giovane protagonista del libro “Due soli” scritto da Vincenzo Cerracchio. Siamo a Roma nel 1973, sono i mesi che precedono l’esame di maturità. Marco è un ragazzo, come noi, cresciuto a pane e pallone, partite in strada, ginocchia sbucciate e figurine … “Ogni tanto qualcuno esclamava “Mi manca”. E cominciava la trattativa. I più ansiosi erano anche disposti a dare anche dieci, cento doppioni per il prezioso volto. “Ci finisco la pagina” si facevano scappare, e allora il prezzo saliva invariabilmente. Perché quello con tre quattro mazzi nelle tasche, in genere era un professionista, il pollo lo riconosceva a distanza”. Si alternano le stagioni, cresce, arrivano gli anni del liceo, dei primi amori e delle prime domeniche...
Il regista - 16 Marzo 2016 alle 07:33

Un occasione persa

57° Anniversario dell’inaugurazione dello Stadio Flaminio di Roma Roma 18 Marzo 1957 -18 Marzo 2016 Purtroppo il sogno si è infranto questa mattina. Il sogno che ha tenuto vivi i cuori di un piccolo gruppo di sportivi romani per poco più di un mese era quello di poter atterrare con il paracadute sul campo dello Stadio Flaminio proprio il giorno in cui cinquantasette anni fa veniva inaugurato e il Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi premiava l’ingegner Pier Luigi Nervi e l’architetto Antonio Nervi con una medaglia al merito per la splendida e modernissima opera architettonica progettata e realizzata in soli 18 mesi. “Il lancio era stato pensato per omaggiare lo stadio Flaminio, questo gioiello di architettura moderna, che da ben 4 anni versa in uno stato di completo...